BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Imu terreni agricoli 2014: nuovo calcolo e regole aliquote, esenzioni. Non semplice proroga 2015. Conferma ufficiale sempre attesa

Slittamento a parte, sono tanti i nodi da sciogliere in merito al pagamento dell'Imu 2014 sui terreni agricoli. Appuntamento già a gennaio?




Sono due i cambiamenti sui quali sta lavorando il governo in merito al pagamento dell'Imu 2014 sui terreni agricoli. Il primo è quello dell'individuazione di una nuova data di scadenza. Inizialmente il versamento dell'imposta era stato fissato per il 16 dicembre in un'unica soluzione (acconto e saldo), provocando le prevedibili proteste di associazioni di categoria e amministrazioni comunali. L'ipotesi di far slittare l'appuntamento con la cassa di sei mesi va in contrasto con le regole di contabilità europea. Ecco allora che il giorno giusto entro il quale chiamare i contribuenti a raccolta potrebbe essere il 26 gennaio.

Il secondo fronte è relativo ai criteri di individuazione dei terreni soggetti al pagamento dell'Imu. Il decreto del Ministero dell'Economia, già pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, aveva fissato in 600 metri l'altitudine massima per l'obbligo di versare l'imposta. Il punto di riferimento per sapere se il proprio terreno rientrava fra quelli sottoposti a tassazione era stato individuato nel sito dell'Istat. Erano stati esentati i terreni agricoli posseduti da coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali, iscritti nella previdenza agricola, dei comuni tra 281 e 600 metri.

E ancora, i terreni concessi in comodato o in affitto a coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali e quelli a immutabile destinazione agro-silvo-pastorale a proprietà collettiva indivisibile e inuspicabile. Previste anche esenzioni per reddito: il valore del terreno deve essere maggiore di 6.000 euro e si applicano queste riduzioni: 70% tra 6.000 e 15.500 euro; 50% tra 15.500 e 25.500 euro; 25% tra 25.500 e 32.000 euro. Soddisfatta l'Anci: "La decisione del governo di prorogare il pagamento dell'Imu sui terreni agricoli montani è una scelta di grande buon senso".

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il