BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tasi e Imu 2014: seconda rata, saldo Milano, Torino, Palermo e altre città. Regole, seconda casa, abitazione principale, affitto

Chi paga i saldi Imu e Tasi 2014 e quanto costeranno nelle diverse città italiane: istruzioni e regole per calcolo tasse e versamenti




Tutti pronti al pagamento dei saldi di Imu e Tasi 2014 in tutte le città di Italia, da Milano, a Palermo, a Torino, città, quest’ultima, in cui il costo medio della Tasi sarà di 156 euro (78 euro da versare con il saldo) e se si prendono a riferimento le sole Città capoluogo l’importo sale a 197 euro medi (98 euro per il saldo). Alle spalle di Torino, troviamo Roma, dove si pagheranno 391 euro medi, Siena con 356 euro, Firenze con 346 euro e Genova con 345 euro, secondo quanto emerge da uno studio a cura del Servizio Politiche Territoriali della Uil.

Dalle simulazioni sui pagamenti soggettivi delle famiglie nei capoluoghi, emerge che su 428 famiglie residenti nelle 107 città capoluogo, per il 53,5% di esse (1 famiglia su 2) la Tasi sarà più pesante di quanto pagato con l’Imu nel 2012 e più alta dell’Imu per 6 famiglie su 10; mentre per le case di maggiore pregio la Tasi è più cara dell’Imu solo per 4 famiglie su 10. Secondo i risultati della simulazione Uil, dopo Torino, Roma, Siena e Firenze, il conto più salato della Tasi lo pagheranno le famiglie di Genova con 345 euro; Bari 338 euro; Bologna 331 euro; Foggia 326 euro; Como 321 euro; Ancona 318 euro.

Ricordiamo che saldi Tasi e Imu devono essere pagati il 16 dicembre, la Tasi sia da proprietari e inquilini, esattamente come accaduto per gli acconti, e si paga su tutti gli immobili, prime case e relative pertinenze, seconde case, in affitto e sfitte, e immobili commerciali. L’Imu invece viene pagata solo dai proprietari degli immobili, di tutti gli immobili ad eccezione delle abitazioni principali e relative pertinenze e da quest’anno si paga anche su tutti i terreni agricoli, ad eccezione di quelli che si trovano ad oltre 600 metri di altitudine.

Per effettuare il calcolo e pagare la giusta rata basta usare il seguente simulatore online http://www.webmasterpoint.org/servizio/calcolo-iuc-imu-tasi-tari/prima-casa/ e una volta completata l’operazione bisognerà effettuare il pagamento in questi ultimi giorni che restano o con modello F24 o con bollettino postale.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il