Pensioni, quota 96, Legge StabilitÓ, amnistia, indulto, Riforma PA: novitÓ oggi giovedý dicembre 2014

Le novitÓ in vista per Legge di StabilitÓ e la riforma della Pubblica Amministrazione: misure e cosa potrebbe cambiare ancora

Pensioni, quota 96, Legge StabilitÓ, amn


Sono riprese oggi in Parlamento le discussioni per le novità che dovranno rientrare ufficialmente nella versione definitiva della nuova Legge di Stabilità. Le novità principali dovrebbero interessare soprattutto il Tfr in busta paga, l'aumento delle aliquote sui fondi pensione e la retroattività delle aliquote Irap. Per quanto riguarda i fondi pensione, l'ipotesi al vaglio è quella di ridurre il prelievo sugli investimenti dei fondi pensione dall'attuale 20 al 15-17%. Si attende inoltre la conferma della cancellazione delle penalizzazioni per chi va in pensione prima dei 62 anni con l’anzianità contributiva maturata nonché di vedere se saranno approvate altre proposte, come il reddito minimo garantito proposto dal Movimento 5 Stelle, o piani di uscita anticipata.

Due questioni importanti sembra rimarranno fuori dalla Manovra, e sono il canone Rai in bolletta elettrica, che il premier Renzi non vuole, e la nuova local tax, che ingloberebbe Imu e Tasi insieme. Da chiudere ancora la questione Quota 96, per cui ancora qualcuno spera che possa arrivare una soluzione nella nuova Manovra, anche se sembra sia piuttosto difficile.

E si continua a lavorare anche sulle misure di indulto e amnistia per cui il testo unificato arriverà ormai il prossimo anno ma su cui si continua a dibattere considerando le posizioni decisamente di forze politiche e non solo, e si continua a lavorare anche sulla Riforma della pubblica amministrazione, mentre il ministro Madia ha firmato la circolare che sostiene che ‘è vietato conferire incarichi di studio e di consulenza, incarichi dirigenziali o direttivi, cariche di governo nelle amministrazioni e negli enti e società controllati ai pensionati, di ogni tipo’.

Ti Ŕ piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il