Pensioni donne, vecchiaia, precoci riforma Governo Renzi: novità Pd si divide e va contro contributivo, no penalizzazioni,prestito

Sistemi di uscita anticipata per cambiare riforma pensioni attuale dividono il Pd stesso: la situazione alla vigilia del voto in Senato sulla Legge di Stabilità

Pensioni donne, vecchiaia, precoci rifor


Prestito pensionistico, sistema contributivo per tutti, uscita con quota 100, e mini pensione sono gli elementi che dovrebbero modificare la riforma pensioni e che dividono il Pd; sono le novità che stanno creando discussioni e dibattiti ormai da mesi e che, secondo le ultime notizie, non dovrebbero comunque essere al vaglio del governo entro i termini fissati per la nuova Legge di Stabilità. Più probabile se ne riparli il prossimo anno. A confermarlo, dopo già era stato anticipato questo programma di lavoro sia dal ministro Poletti che dal commissario Inps Treu, anche  Santini del Pd, uno dei relatori della nuova Legge.

Secondo Santini, è vero che il governo starebbe lavorando su queste soluzioni, ma è anche vero che sono  provvedimenti che dovrebbero essere rimandati al prossimo anno. E sono provvedimenti, quelli che prevedono l’uscita anticipata per tutti, che comunque dividono coloro che sostengono la necessità di una maggiore flessibilità per un sistema pensionistico diventato troppo rigido con le norme Fornero, e coloro che invece ritengono, all’interno dello stesso Pd, che i tempi per abbassare nuovamente l’età pensionabile in Italia non siano ancora abbastanza maturi.

E mentre si attende invece la conferma della cancellazione dei disincentivi per chi va in pensione prima dei 62 anni, a dispetto di un nuovo emendamento presentato in Senato che chiede di circoscrivere questa possibilità unicamente a coloro che guadagnano fino a 3.500 euro lordi al mese di pensione, resta ancora da sciogliere il nodo sulla rivalutazione negativa delle pensioni, nonché degli aumenti sulla tassazione prevista per fondi pensione e casse previdenziali private.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il