BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Imu terreni agricoli e non 2014: proroga 2015 gennaio ufficiale Consiglio dei Ministri. Regole e scadenze cosa cambia

Proroga pagamento Imu sui terreni agricoli: versamento sempre confermato a Dicembre. Quando e come potrebbe arrivare comunicazione in estremis di modifica almeno parziale




AGGIORNAMENTO: Importanti ultime notizie, aggiornamenti e novità, l'IMU 2014 per i terreni agricoli e non agricoli ha ricevuto una proroga ufficiale al pagamento e alla presentazione spostando la scadenza da martedì 16 Dicembre 2014 della prossima settimana al 26 Gennaio 2015.
E' questa la decisione ufficiale del Consiglio dei Ministri del Governo Renzi che si è si è riunito ieri venerdì 12 Dicembre 2014. Al momento, però, le regole e i calcoli rimangono sempre gli stessi anche se le parti interessanti si stanno impegnando a rivederle.

Sta suscitando non poche polemiche e proteste il nuovo decreto del governo Renzi che amplia anche ai terreni agricoli il pagamento dell’Imu, terreni che finora sono sempre stati esentati dal versamento di questa imposta. Tanti gli agricoltori che stanno chiedendo modifiche per questa novità e un passo indietro, tante le associazioni del settore che si stanno muovendo e intanto, insieme alle richieste di cancellazione della novità, sono arrivate anche diverse richieste di proroga del pagamento. Considerando, infatti, che il decreto ufficiale che stabilisce modalità di pagamento Imu sui terreni agricoli è stato pubblicato solo qualche giorno fa, sono diversi gli interessati che lamentano il poco tempo per effettuare il calcolo.

E sono tanti Caf, commercialisti e altri professionisti abilitati già presi d’assalto per il calcolo dei saldi 2014 di Imu e Tasi già i programma per il 16 dicembre, senza considerare tutte le altre scadenze fiscali cui dovranno adempiere in questo mese. E sembra che la richiesta di proroga sia stata approvata, probabilmente al prossimo 26 gennaio, però, e non giugno 2015 come invece tutti chiedevano. Ma si attende l’ufficialità intorno a cui si sta creando confusione.

Mentre infatti alcuni ritengono che tale proroga possa rientrare in un nuovo emendamento nella Legge di Stabilità, cosa che però sembrerebbe piuttosto difficile, c’è invece chi ritiene possa diventare un decreto ad hoc da presentare in Consiglio dei Ministri, come del resto ha ipotizzato anche il viceministro dell’Economia Morando. Ma si potrebbe pensare anche ad ufficializzare il provvedimento con una circolare del Mef o inserendolo in Gazzetta Ufficiale entro, però, lunedì 15, visto che il 16 scadrebbe il termine di pagamento oggi fissato
 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il