BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni, quota 96, Legge Stabilità, Consiglio dei Ministri, indulto, amnistia: novità ad oggi sabato 13 Dicembre 2014

Rimandato a domani il Consiglio dei Ministri in programma per oggi mentre continuano ad arrivare emendamenti alla Legge di stabilità 2015: le novità




E’ stato rimandato a domani, venerdì 12 dicembre, alle 18, il nuovo Consiglio dei Ministri in cui si discuterà delle nuove misure carcerarie. Il premier Renzi ha spiegato che arriveranno regole più dure contro la corruzione, con l’inasprimento delle pene da un minimo di 4 a 6 anni annunciato che avrà certamente ripercussioni su due altri punti importanti: pene massime (che dovrebbero salire fino a 10 e 12 anni) e tempi di prescrizione, su cui sono possibili diverse soluzioni, mentre resta da capire quali saranno le novità da apportare alla misura del sequestro totale dei proventi della corruzione in caso di patteggiamento. Nulla ancora sulle misure di indulto e amnistia, il cui testo unificato è atteso ormai per il prossimo anno.

Continuano, intanto, ad arrivare emendamenti alla nuova Legge di Stabilità, circa 3.800 gli emendamenti. Tra le novità annunciate un fondo di 200 milioni per la riqualificazione delle periferie; e arriva un tetto per gli assegni previdenziali di medici, professori universitari, magistrati e grand commis, anche quelli già liquidati ma dal 2015; attese le conferme della cancellazione delle penalizzazioni per va in pensione prima dei 62 anni avendo raggiunto l'anzianità contributiva, per chi lo maturerà entro il 31 dicembre 2017. Cambia il bonus bebè che sarà assegnato solo ai nuclei familiari che presenteranno un Isee non superiore ai 25 mila euro, che raddoppia sotto quota 7mila

Tra le altre novità, saranno erogate mille euro all'anno in buoni acquisto per le mamme che hanno almeno quattro figli e un reddito Isee inferiore a 8.500 euro, pari a circa 32mila euro di Ise, con cui poter comprare prodotti e servizi per i figli; aumenta il fondo per finanziarie le disabilità e il malati di Sla; stanziati quasi 8 milioni, per il 2015, per distribuire pasti ai più poveri, mentre sale la soglia di deducibilità dei buoni pasto elettronici da 5,29 a 7 euro; e vengono dimezzati i tagli ai patronati, scendendo a 75 milioni ma saranno ridotti a un terzo.

Per quanto riguarda la scuola, il nuovo piano straordinario di assunzioni dei precari non sarà esclusivamente circoscritto ai docenti: previste novità anche per le commissioni dell'esame di maturità, mentre non è previsto al momento ancora nessun provvedimento per il pensionamento dei Quota 96 della scuola, che nel frattempo hanno già fatto ricorso alla Corte Costituzionale.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il