BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni vecchiaia, donne, precoci riforma Governo Renzi: novità penalizzazioni anticipate con modifiche importanti o annullate

La riforma pensioni Renzi passa dai 3.800 emendamenti alla legge di stabilità ora in discussione nelle commissioni competenti del Senato.




Quali novità aspettarsi sul fronte della riforma pensioni dai nuovi emendamenti alla legge di stabilità. Le ultime notizie parlano chiaro: ci sono sono 3.800 proposte di modifica alla manovra finanziaria. Alcune di queste vanno a intaccare gli scenari già approvati dalla Camera dei deputati ovvero la cancellazione dal prossimo anno delle penalizzazioni per chi si congeda dal lavoro prima dei 62 anni pur avendo 42 anni e 1 mese di contributi (se uomini) o 41 anni e 1 mese (se donne). In ballo ci sarebbe infatti la soglia di 3.500 euro (7 volte il trattamento minimo), oltre la quale i disincentivi rimarrebbero in vigore.

Tuttavia sia il viceministro dell'Economia, Enrico Morando, e sia il relatore della manovra finanziaria, Giorgio Santini, hanno frenato rispetto a questa opportunità. Santini ha piuttosto evidenziato come ci siano "margini di tipo qualitativo per intervenire che dipendono da come verranno scritti i decreti attuativi sull'Aspi e sulla Cig. Di sicuro si interverrà sui fondi pensione e sui patronati. In tutti i pacchetti di emendamenti presentati dai senatori ci sono proposte di modifica su questi due temi".

Ogni decisione struttrale, poi, passa necessariamente da Bruxelles. L'economia dell'Eurozona è salita dello 0,2% nel terzo trimestre sul trimestre precedente, e dello 0,8% sul 2013. Nel terzo trimestre la Germania, l'economia più grande dell'area, è cresciuta di solo lo 0,1% e la Francia dello 0,3%. Il prodotto interno lordo italiano nel terzo trimestre è diminuito dello 0,1% rispetto ai tre mesi precedenti. Nei primi nove mesi, il calo, rispetto all'anno scorso è dello 0,5%, mentre per l'intero 2014 è già acquisita una flessione su base annua dello 0,4%. I dati del terzo trimestre, tuttavia, indicano una leggera ripresa dei consumi delle famiglie (+0,1%).

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il