BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Imu terreni agricoli 2014: proroga confermata. Continuano proposte per modifica detrazioni, regole, deduzioni, calcolo

Ancora in attesa della conferma di proroga del pagamento Imu 2014 sui terreni agricoli: sarà ufficialmente approvata o si paga martedì prossimo




AGGIORNAMENTO: E' ufficiale, l'Imu terreni agricoli 2014 ha ricevuto la proroga al 26 Gennaio 2015 dal Consiglio dei Ministri del Governo Renzi. Aperta la discussione, per quano riguarda regole, detrazioni, deduzioni, chi deve pagare ed è esentato e come dovrà avvenire il calcolo finale.

Aveva fatto tirare un sospiro di sollievo a tanti ma arrivano nuovi dubbi sulla proroga, che sembrava ormai approvata, di pagamento per l’Imu sui terreni agricoli. Il pagamento sarebbe dovuto slittare da martedì 16 dicembre, termine di scadenza dei saldi di Imu e Tasi 2014 per tutti e su tutti gli immobili, al prossimo 26 gennaio, e non a giugno com’era stato richiesto, ma ancora nulla di ufficiale. E il tempo è sempre meno. Manca ancora l'ufficialità della proroga motivo per cui potrebbe addirittura saltare. E allora bisognerebbe procedere al calcolo Imu sui terreni agricoli in poco tempo, anche se non dovrebbero essere previste al momento multe per i ritardatari di qualche giorno, in base a quanto definito dal nuovo decreto Renzi.

Secondo quanto riporta il decreto, i terreni situati in Comuni sopra i 600 metri di altitudine continueranno ad essere completamente esenti dal pagamento Imu 2014; i terreni che si trovano in Comuni tra i 281 e i 600 metri di quota saranno soggetti solo ad esenzioni parziali valide per i terreni posseduti e coltivati da coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali; mentre devono pagare regolarmente l’’imposta tutti i terreni che si trovano in Comuni situati sotto i 281 metri.

Eventuali esenzioni, dunque, totali o parziali, saranno determinate in base all'altezza sul livello del mare del Comune capoluogo e la lista di Comuni e relative altitudini si può consultare sul sito dell’Istat. Anche per il pagamento Imu sui terreni si potrà usare il modello F24. Per fare qualche esempio, in Puglia, fino al 2013 il 56% dei comuni era esente dal pagamento Imu sui terreni agricoli, mentre da questo 2014 solo il 6% beneficerà ancora dell’esenzione totale e il 15% godrà di esenzioni parziali. In Basilicata, invece, fino al 2013 il 98,5% dei Comuni era esente dall’Imu sui terreni agricoli, mentre dal 2014 ne sarà del tutto esente solo il 57%, il 39% godrà di esenzione parziali per i terreni posseduti da coltivatori diretti ed imprenditori agricoli professionali iscritti nella previdenza agricola.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il