Pensioni donne, vecchiaia, usuranti riforma Governo Renzi: novità ulteriore modifica con contributivo, quota 100, prestito

La nuova proposta di uscita anticipata per tutti con 41 anni di contributi: non sono previste soglie anagrafiche da raggiungere. Come funzionerebbe

Pensioni donne, vecchiaia, usuranti rifo


Andare in pensione con 41 anni di contributi e senza alcuna soglia di età anagrafica fissata da raggiungere: è questa la novità in materia di riforma pensioni al vaglio di Inps e Ministeri del Lavoro e dell’Economia. Un novità che andrebbe ad aggiungersi a tutti gli altri piani di uscita anticipata la vaglio dell’esecutivo ormai da mesi che continuano ad essere auspicati nella nuova Legge di Stabilità ma che, ormai appare chiaro, difficilmente saranno approvati.

Si tratta di una nuova ipotesi che sarebbe valida per tutti i lavoratori, senza definizione di categorie privilegiate anche se a beneficiarne saranno certamente in primis precoci e usuranti. Ma si tratta di una novità che servirà anche per risolvere il caso dei quota 96, che pur avendo maturato i requisiti pensionistici, secondo le vecchie regole, sono bloccati ancora a lavoro da quasi tre anni a causa della riforma pensioni Fornero che ha allungato per tutti l’età di accesso alla pensione, portandola a 66 anni a tre mesi, senza considerare poi la specificità del comparto scuola e dando così vita ad un ‘grossolano’ errore.

La possibilità di uscita a 41 anni di anzianità contributiva servirà anche per chiudere il caso degli esodati, rimasti senza lavoro e senza pensione, sempre a causa della nuova legge pensionistica. E mentre  il presidente della commissione Lavoro Cesare Damiano continua ad incitare il governo per intervenire con correzioni alla riforma pensioni Fornero, cercando di garantire maggiore flessibilità, questa novità sembra andare nella giusta strada, affiancando quelle ipotesi già allo studio del governo da mesi, tra prestito pensionistico, uscita a quota 100 e sistema contributivo per tutti.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il