BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Quota 96: novità, ultime e ultimissime notizie oggi lunedì 15 Dicembre 2014 e questa settimana

Dopo la cancellazione degli emendamenti alla Camera, il M5S ripropone nuovo emendamento per i quota 96 al Senato. La situazione aggiornata




Attenzione puntata sulle novità della Legge di Stabilità in materia di pensioni. Manca, come del resto ben evidente, un capitolo fondamentale: quello dedicato ai Quota 96 della scuola, per cui erano stati presentati emendamenti alla nuova Manovra ma, ancora una volta, cancellati. E ancora una volta docenti e personale Ata coinvolto sono stati delusi dalle promesse non mantenute da un governo che da mesi annuncia soluzioni al caso. Ancora non arrivate. E così, mentre si attendono conferme delle misure che prevedono la cancellazione delle penalizzazioni per chi va in pensione prima dei 62 anni con anzianità contributiva maturata e la proroga dell'opzione contributivo donna, il Movimento 5 Stelle ha ripresentato in Senato un emendamento con cui chiede al governo la pensione dal primo settembre 2015 per i lavoratori di Quota 96.

Il leader del M5S, Beppe Grillo, sul suo blog, riporta ‘Il governo li ha prima illusi, poi totalmente abbandonati: è la vergognosa vicenda dei Quota 96, gli insegnanti che per un grossolano errore della legge Fornero non possono vedersi riconosciuto il sacrosanto diritto di andarsene in pensione, pur avendone maturato i requisiti. Dopo tante belle parole al vento, il governo ha definitivamente sbattuto loro la porta in faccia e nemmeno nella riforma della scuola in cantiere ha ritenuto necessario inserire una soluzione che ponga fine a questa clamorosa anomalia. Eppure la soluzione sarebbe a portata di mano, basterebbe solo volerla. Per questo il Movimento 5 Stelle ha presentato il nuovo emendamento’.

Per i firmatari dell’emendamento non è giusto che questi lavoratori, a causa di “un grossolano errore della legge Fornero” non possono andare in pensione, pur avendo maturato i requisiti richiesto per l’accesso al trattamento pensionistico. L’emendamento chiede, dunque, per l’ennesima volta, la soluzione del problema per i lavoratori della scuola che hanno maturato accesso alla pensione entro il termine dell’anno scolastico 2011-2012.

Non è, tuttavia, la prima volta che il M5S presenta proposte per i Quota 96 erano già state avanzate sia in occasione del decreto Carrozza, sia nel Decreto P.A., ma molti ritengono sia difficile che la questione trovi davvero soluzione nella nuova Manovra, più probabile che slitti, insieme ad altri interventi sulle pensioni, al prossimo anno ed è per questo che molti interessati l’hanno già sottoposta alla Corte Costituzionale.  

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il