BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Home > Calcio > Empoli > Empoli Torino streaming

Chievo Inter streaming live gratis aspettando streaming Empoli Torino diretta live

Empoli-Torino e Chievo-Inter in campo questa sera lunedì 15 dicembre per chiudere la 15esima giornata di Serie A 2014-2015: probabili formazioni in campo




Dopo un intenso di week end di partite che ha visto pareggiare la Juventus, la Roma portarsi a meno un solo punto dalla capolista bianconera e il Milan di Inzaghi di trionfare sul Napoli per ben due reti a zero, dopo un match che, ad eccezione di qualche momento di slancio partenopeo, pur essendo stato bello vivo e dinamico ha visto in campo poco Napoli. Ottima la prestazione dei rossoneri a San Siro, ottimo l’asso Menez, diventato quell’asso nella manica di mister Inzaghi che tanto sperava in un Torres che invece stenta a ‘decollare’. Chiudono la quindicesima giornata di Campionato di Serie A 2014-2015 Empoli-Torino e Chievo-Inter che si giocano questa sera lunedì 15 dicembre.

Il primo posticipo, Empoli-Torino, si gioca alle 19. I toscani, tredicesimi in classifica con 15 punti, due in più dei granata quartultimi, sperano di continuare la loro mini serie positiva di due vittorie e due pareggi, per cercare di recuperare nuovi punti utili in classifica. Nessun problema di formazione per Sarrri che dovrà rinunciare però a due importanti giocatori, Guarente e Laurini, infortunati.

Decisamente diversa la situazione della squadra di Ventura che proprio non riesce a vincere in questo Campionato. Ben cinque le giornate in cui manca una vittoria che ormai diventa sempre più importante per permettere alla squadra di allontanarsi dalla zona rossa della classifica. Se non arriverà, infatti, una svolta, i granata rischiano di scivolare sempre più con il rischio retrocessione. Cosa che sembra assurda per una squadra d’Europa. Questa sera Ventura dovrà rinunciare a Masiello, ai centrocampisti Giuseppe Vives e Basha, e a Larrondo.

Queste di seguito le probabili formazioni in campo: per l’Empoli Sepe, Hysaj, Rugani, Tonelli, Rui, Croce, Valdifiori, Vecino, Verdi, Tavano, Maccarone; per il Torino Gillet, Maksimovic, Glik, Moretti, Bruno Peres, Ruben Perez, Gazzi, Farnerud, Darmian, Quagliarella, Amauri.

Alle 21 tocca a Chievo- Inter, nuova occasione per Mancini di rimettere in carreggiata i nerazzurri, ancora in difficoltà in questo Campionato. Dal suo arrivo sulla panchina dell’Inter, Mancini è riuscito a conquistare solo un punto nel derby di San Siro e le successive sconfitte hanno fatto capire che evidentemente c’è ancora qualcosa che non va. Nonostante i 17 punti in classifica, però, l’obiettivo dichiarato del Mancio è sempre l’approdo in Europa. Ardua impresa per il momento. Quasi in zona retrocessione, i padroni di casa, invece, cercheranno di conquistare punti che almeno servano a scongiurare la zona critica.

Per la possibili formazioni in campo questa sera: Chievo Bizzarri, Sardo, Gamberini, Cesar, Biraghi, Radovanovic, Hetemaj, Izco,Meggiorini, Birsa, Paloschi; per l’Inter Handanovic, D'Ambrosio, Ranocchia, Juan Jesus, Nagatomo, Guarin, Medel, Kuzmanovic, Kovacic, Icardi, Palacio.

L'incontro Empoli-Torino si potrà vedere in diretta streaming live con la telecronaca gratis in italiano su Sky e Mediaset Premium, che mettono a disposizione dei propri clienti la possibilità di vedere gratis le partite in streaming tramite le app Sky Go e Premium Play, che permettono di vedere le partite in diretta live su iPad, iPhone e tablet e cellulari Andorid.
Anche gli operatori Tim e Vodafone offrono la possibilità di vedere le partite in diretta della propria squadra su tablet e cellulare, a 29 Euro a stagione per i clienti della prima, mentre per Vodafone a 6.90 al mese.
Oltre a queste opzioni, alcune emittenti straniere come RTL, RSI, La2 e ORF che avendo ottenuto i diritti tv per il Campionato di Calcio italiano mandano live lo streaming sui propri siti web. Diversi di questi canali, addirittura, è possibile vederli in molte zone e città del nord via satellite o antenna del digitale terrestre.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il