BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie riforma Governo Renzi: quattro proposte fattibili e chiare rilanciate da INPS su interventi realizzabili

Non solo possibilità di uscita anticipata per tutti l’anno prossimo: le novità pensioni Inps che potrebbero arrivare e cosa prevedono




Nell’attesa del voto finale in Senato sulla nuova Legge di Stabilità 2015 e di conoscere le novità che arriveranno per modificare l’attuale riforma pensioni, ecco le ultime notizie Inps sulle proposte di cambiate per il sistema pensionistico attuale. Non solo infatti l’Istituto avrebbe approvato la proroga al 31 dicembre 2015 della possibilità per le donne di andare in pensione ancora a 57 anni per le lavoratrici dipendenti e a 58 anni per le autonome accettando un assegno ridotto calcolato interamente con sistema contributivo, ma anche altri sistemi di uscita anticipata per tutti, nonché una revisione della governance dell’Istituto stesso, ipotesi trapelata già settimane fa.

E’ importante, come aveva già sostenuto l’ex commissario straordinario Inps Conti, che venga rivista la gestione dell’Inps stessa, linea di lavoro confermata anche dall’attuale commissario Treu che per il prossimo 2015 ha annunciato grandi cambiamenti e un grande impegno anche per quanto riguarda il lavoro di messa a punto e approvazione di sistemi di uscita anticipata per tutti, riprendendo le varie ipotesi di pensione anticipata a quota 100, con prestito pensionistico o mini pensione o estendendo anche il sistema contributivo anche agli uomini, in modo sia da permettere la possibilità di andare in pensione prima a tutti ma anche, allo stesso tempo, di mettere da parte ulteriori risparmi che deriverebbero dai tagli per gli assegni contributivi piuttosto che retributivi

Rimane poi da risolvere il nodo della rivalutazione negativa delle pensioni, per effetto dell’andamento negativo del Pil, così come dell’introduzione del prelievo di solidarietà sulle cosiddette pensioni d’oro e dell’aumento delle pensioni minime di 80 euro, lo stesso bonus assegnato già ai dipendenti statali e che proprio il premier Matteo Renzi ha annunciato prima dell’estate. Avrebbe dovuto essere una misura contenuta nella nuova Legge di Stabilità ma nessun accenno ed ecco che anch’essa potrebbe arrivare l’anno prossimo così come le uscite anticipate.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il