BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni Governo Renzi riforma ultime notizie: nuovo importante intervento autorità favorevole modifiche dopo Poletti, Treu

Il ministro del Lavoro Poletti ribadisce la necessità di nuovi interventi sulla riforma pensioni: questione rimandata al prossimo anno come già annunciato




Qualche mese fa era stato il commissario dell’Inps, Tiziano Treu, a parlare della necessità di una maggiore flessibilità in uscita e del bisogno di “qualche elemento di flessibilità sull'età pensionabile”, precisando che “ “In Parlamento ci sono diverse proposte. Il Governo le ha scartate perché costose. È stata invece istruita quella dell'ex ministro Enrico Giovannini dell'anticipo di una pensione che potrebbe essere richiesta dai lavoratori cui manchino tre anni al raggiungimento dei requisiti di pensionamento e che poi verrebbe restituita in piccolissime rate sull'importo della pensione normale. Lo stesso Poletti è favorevole e anche se questa proposta non è entrata nella legge di stabilità credo che debba essere recuperata nei prossimi mesi. Non costa molto e sarebbe utile, anche sul fronte dei potenziali esodati”.

E fin qui nulla di nuovo, considerando che novità ed interventi sulla riforma pensioni da parte di Treu sono stati ribadibili nel corso anche di queste ultime settimane che hanno preceduto il voto in Senato sulla nuova Legge di Stabilità che dovrebbe ricevere il voto proprio questa settimana. A confermare nuove discussioni sulle pensioni l’anno prossimo, come annunciato dallo stesso Treu, il ministro del Lavoro Poletti che è tornato a parlare della questione in occasione del convegno ‘Previdenza, risparmio e TFR nel dibattito di politica economica: politiche anticicliche, assetti strutturali e riforme necessarie’.

Si tratta di temi, quelli “del risparmio previdenziale e del sistema pensionistico, per conciliare la crescita economica con l'occupazione, soprattutto giovanile, e la ripartizione della ricchezza, garantendo adeguati sistemi di protezione sociale” decisamente importanti, come detto dal presidente del Senato Pietro Grasso.

Poletti ha ribadito quanto già reso noto qualche settimana fa, quando aveva dichiarato che “Il tema del ritocco della legge Fornero sulle pensioni per consentire una maggiore flessibilità in uscita dei lavoratori è in agenda ma non sarà affrontato a breve: non c'è nulla nella legge di stabilità e quindi ad ora non ci sono passaggi definiti. Il tema è in discussione e la questione è un problema reale ma dobbiamo trovare una modalità per affrontare questo passaggio. E ovviamente servono risorse”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il