BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni vecchiaia, donne, anzianità riforma Governo Renzi: novità modifiche rimandate o cambiate. Il MEF prevale ancora

Con la legge di stabilità non ci sarà alcuna riforma pensioni nel segno della flessibilità. Anche questa volta a spuntarla è il Ministero dell'Economia.




La riforma pensioni Renzi è condizionata dal Ministero dell'Economia. Senza le adeguate coperture finanziarie non sono possibili cambiamenti alla legge Fornero. Non è un caso che novità e ultime notizie di questi giorni di discussione di emendamenti alla legge di stabilità in sede di commissione Bilancio al Senato, ruotano soprattutto intorno alla tassazione sui rendimenti dei fondi pensione. Come spiegato da Pier Paolo Baretta, sottosegretario all'Economia, occorre "affrontare questo problema" cercare "di trovare nelle casse dello Stato le risorse disponibili".

Ogni punto percentuale per la copertura finanziaria "vale circa 40 milioni di euro. Vedremo gli emendamenti e poi prenderemo una decisione anche se il governo, pur con prudenza, rimane orientato a abbassare la soglia del 20%". In questo contesto di prudenza sono quindi destinate a saltare piccole e grandi proposte di modifica delle regole attuali. A partire dal disegno di legge di Cesare Damiano, presidente della commissione Lavoro della Camera dei deputati, di consentire l'andata in pensione a 62 anni di età con 35 anni di contributi, secondo una tabella di incentivi e penalizzazione.

Si aspettano tempi migliori anche per l'ipotesi del prestito previdenziale, proposto dal ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Giuliano Poletti, con cui dare l'opportunità del ritiro agli over 50 disoccupati, e per l'introduzione della cosiddetta quota 100 come somma di età anagrafica e anni di contribuzione. Spazio piuttosto all'emendamento che cancella i disincentivi per va in pensione prima dei 62 anni pur avendo 42 anni e 1 mese di contributi (nel caso degli uomini) o 41 anni e 1 mese (se donne) e a quello che fissa un tetto per le pensioni d'oro.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il