BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni Governo Renzi riforma ultime notizie: nessuna modifica ancora una volta sembra probabile dopo tante proposte e annunci

Probabile solo approvazione cancellazione delle penalizzazioni e per il resto modifiche pensioni rimandate probabilmente al prossimo gennaio. Situazione e previsioni




Entro Natale è fissato il termine ultimo di approvazione definitiva della nuova Legge Fornero e l’attesa cresce per le novità sulla riforma pensioni che, secondo le ultime notizie, continuano ad essere piuttosto controverse e contrastanti. Probabilmente le uniche reali novità che saranno approvate nella nuova Manovra riguardano la cancellazione delle penalizzazioni per chi va in pensione prima dei 62 anni con anzianità contributiva maturata e la proroga dell’opzione contributivo donna. Eppure anche queste misure, già approvate e in attesa di conferma ufficiale, potrebbero, in realtà, essere modificate o rimandate al prossimo gennaio, cos’ come tutti gli altri provvedimenti annunciati sulle pensioni, anche in riferimento agli statali.

Rimandare la discussione sulla questione pensioni sembra tuttavia essere l’unica strada per poter affrontare al meglio una situazione che merita di essere approfondita. E’ ben chiara, infatti, la necessità di intervento su una riforma che, in alcune parti, deve essere corretta, soprattutto per evitare che si arrivi davvero al voto sul referendum abrogativo indetto dalla Lega che come unico obiettivo si pone quello di eliminare completamente tale legge pensionistica.

La necessità di intervento è confermata anche dai numerosi emendamenti di modifica che continuano a piovere: c’è chi chiede lo stop definitivo alle penalizzazione per i lavoratori precoci, chi, come il M5S, un’ennesima soluzione per i quota 96 della scuola, situazione che secondo il movimento di Grillo è diventata una vera e propria emergenza che merita di essere risolva subito con la Legge di Stabilità.

E’ stata, invece, decisa la mobilità estesa per tutti i dipendenti in esubero delle Province (a causa della riforma Delrio) per cui era stato invece chiesto il prepensionamento con le norme ante riforma Fornero, e sono state inoltre presentate modifiche delle norme sulla reversibilità delle pensioni, sulle ricongiunzioni e la revisione della tassazione su fondi pensione e Casse private Professionali.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il