BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni Governo Renzi riforma ultime notizie: no interventi, modifiche positive. Padoan blocca tutto con sua ultime dichiarazione

Il ministro dell’Economia Padoan torna a ribadire la sua contrarietà ad ogni intervento sulla riforma pensioni Fornero: le nuove dichiarazioni




Nonostante le ultime dichiarazioni del ministro del Lavoro Poletti e del commissario Inps Treu, che hanno dichiarato come intendono per il prossimo anno continuare a lavorare per modificare l’attuale riforma Fornero, con l’obiettivo di introdurre nuovi elementi che possano rendere l’attuale sistema previdenziale più flessibile per tutti, e soprattutto per evitare che si arrivi a giugno a votare per il referendum di abrogazione totale della legge Fornero lanciato dalla Lega, il ministro dell’Economia Padoan continua a dirsi contrario ad ogni intervento sull’attuale riforma pensioni.

Lo aveva ribadito già qualche tempo fa, quando, a seguito della nuova riforma pensioni approvata in Germania che abbassava l’età pensionabile per tutti portandola a 63 anni, aveva spiegato come in Italia i tempi non fossero ancora abbastanza maturi per agire in questo senso. Ma ora, soprattutto dopo la pioggia di proposte di modifica arrivate alla Legge di Stabilità, è tornato a parlare.

E ha chiarito come la riforma Fornero sia stata necessaria per correggere le anomalie nell'andamento della spesa previdenziale dello Stato, e si sapeva che avrebbe prodotto effetti sul bilancio a lungo termine, penalizzando i lavoratori, con l’aumento dei requisiti anagrafici e contributivi per l’accesso alle pensioni.

I benefici di questa riforma, precisa il ministro, si tradurranno negli 80 miliardi di risparmi che la legge Fornero garantisce fino al 2021.  E questo è il motivo per cui secondo Padoan le pensioni non potranno essere messe in discussione, perchè garantiscono sostenibilità da un punto di vista finanziario ed economico. Per il ministro Padoan, l'aumento dell'età pensionabile e l’estensione del sistema contributivo per tutti rappresentano punti fondamentali del futuro “su cui non si potrà tornare indietro”.

E queste ultime parole contribuiscono a far svanire le speranze di quanti aspettavano novità sulle pensioni nella nuova Legge di Stabilità, la cui unica modifca in arrivo potrebbe essere la cancellazione delle penalizzazioni oggi prevista dalla riforma pensioni Fornero per chi va in pensione prima dei 62 anni.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il