BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni Governo Renzi riforma ultime notizie: Padoan si esprime contrario ufficialmente Mini pensione, prestito, quota 100

Abbassare l’età pensionabile e sistemi di uscita anticipata per tutti non ancora possibili in Italia secondo il ministro dell’Economia Padoan: la situazione




C’è chi, nonostante il poco tempo che ancora resta per modificare la nuova Legge di Stabilità, spera ancora che entro fine anno la riforma pensioni Fornero possa essere cambiata con novità che rendano il sistema pensionistico attuale più flessibile per tutti. Ma probabilmente saranno davvero poche, se non nulle, le modifiche reali che arriveranno. L’unica possibilità riguarda infatti la cancellazione delle penalizzazioni per chi va in pensione prima dei 62 anni di età con anzianità contributiva maturata. L’attesa è per sapere se questa misura già approvata alla Camera sarà ufficializzata anche in Senato e se sarà eventualmente modificata dalla proposta presentata che chiede di limitare questa norma a coloro che guadagnano meno di 3.500 euro lordi mensili.

E mentre il ministro del Lavoro Poletti, insieme al ministro Boschi e al commissario dell’Inps Treu, spiega che il tema della riforma pensioni e di eventuali interventi tornerà in discussione il prossimo anno, il ministro dell’Economia Padoan, intervenendo al Convegno organizzato dal Mefop Lecture ‘The clash of generations’, ha ribadito come la legge pensionistica Fornero sia stata necessaria per correggere anomalie nella spesa pensionistica dello Stato e ha spiegato come proprio per risolvere quella situazione di forte crisi si è dovuto procedere all’innalzamento dell’età anagrafica e contributive per accedere alla pensione, nonché all’estensione del sistema contributivo.

Nonostante si sia, al contempo, trattato di una riforma che ha creato molti errori, perché i casi di esodati e quota 96 non vengono certo dimenticati, si tratta comunque di un sistema pensionistico che, secondo Padoan, è in grado di garantire sostenibilità da un punto di vista finanziario. E’ cosa ben nota,infatti, che la riforma pensioni Fornero è capace di garantire quegli 80 miliardi di euro di risparmi che tutti stanno cercando di ‘proteggere’, motivo per cui finora si sono susseguite tante proposte di modifica mai però approvate, e che fanno capire come il ministro Padoan si continui a dichiarare esplicitamente contrario a modificare la legge pensionistica attuale ma come fondamentalmente sia posizione condivisa da tutti.

Anche lo stesso ministro Poletti che è tornato ad annunciare nuovi lavori sulle pensioni l’anno prossimo, nel corso degli ultimi mesi ha sempre ribadito la necessità di intervenire con piani di uscita anticipata, ha proposto una soluzione strutturale per tutti, che servisse anche per chiudere definitivamente la questione esodati, ha proposto tra i messianismi di pensione anticipata con penalizzazioni il prestito pensionistico, ma tutto è rimasto sempre vago tanto che nessuna delle sue proposte si è ancora concretizzata.

Nulla di concreto nemmeno di quelle promesse annunciate dal premier Renzi prima dell’estate che avrebbero dovuto riguardare gli aumenti delle pensioni minime, garantendo anche ai pensionati l’aumento di 80 euro come per i dipendenti statali, e una revisione delle pensioni integrative, di reversibilità, e delle baby pensioni.

I migliori Prestiti personali senza busta paga e finanziamenti DICEMBRE 2016. In questo articolo proponiamo i migliori finanziamenti senza bisogno di presentare la busta paga e senza garanzie, ma anche prestiti personali, finanziamenti per attività e liberi professionisti con bassi tassi d'interesse.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il