BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni Governo Renzi riforma ultime notizie: Mini Pensioni, quota 100, prestito accordo partiti, INPS,Ministri rischio divisioni

Il dibattito pensionistico sempre più acceso divide forze politiche e non solo: ancora tante le proposte di modifica e cambiamento all’attuale riforma pensioni




Resta sulle sue posizioni il ministro dell’Economia Padoan respingendo qualsiasi novità da attuare sulla riforma pensioni attuale e torna a ribadire questo suo parere dopo aver già spiegato mesi fa che non sarebbe nell’interesse del nostro Paese, al momento, rendere più flessibile il sistema pensionistico attuale, come da tutti richiesto, e abbassare l’età pensionabile, come fatto dall’ultima riforma pensioni in Germania, perché le condizioni economiche che stiamo affrontando non lo permettono. E proprio per questo, intervenuto al convegno organizzato alla Mefop Lecture ‘The clash of generations’, ha ribadito come la riforma pensioni Fornero sia stata necessaria “per correggere le anomalie nell'andamento della spesa previdenziale dello Stato” e si sapeva che avrebbe prodotto effetti sul bilancio a lungo termine.

Per il ministro Padoan, l'aumento dell'età pensionabile e l’estensione del sistema contributivo per tutti rappresentano punti fondamentali del futuro “su cui non si potrà tornare indietro”; la riforma pensionistica di oggi è in grado di garantire la sostenibilità finanziaria ed ecco perché non verrà toccata nell’immediato futuro. Una posizione decisamente non condivisa né dal commissario Inps Tiziano Treu, che spesso ha ribadito la necessità di intervenire invece sull’attuale riforma pensioni introducendo elementi di flessibilità che certamente aiuterebbero a rendere meno rigide le pensioni di oggi, né da ministro del Lavoro Poletti.

E mentre Poletti ha annunciato che il tema delle pensioni verrà ripreso l’anno prossimo, cercando di arrivare a soluzioni che possano migliorare il sistema, come i sistemi di uscita anticipata per tutti, magari con prestito pensionistico o mini pensione, uscita a quota 100 o pensando anche ad estendere la pensione anticipata con sistema contributivo per tutti, anche per gli uomini, e chiudere i casi più importanti, il relatore al ddl Stabilità Santini del Pd ha confermato che le pensioni sono “argomenti su cui sta riflettendo il governo” ed anche il presidente del Senato Pietro Grasso si dice dalla parte di novità per le pensioni, dicendo che “Nell'ambito delle diverse riforme strutturali hanno un rilievo importante i temi che vi apprestate a trattare, del risparmio previdenziale e del sistema pensionistico, per conciliare la crescita economica con l’occupazione, soprattutto giovanile, e la ripartizione della ricchezza, garantendo adeguati sistemi di protezione sociale”.

La questione pensioni sta, dunque, dividendo le stesse forze del Pd ed è in questo quadro di confusione che Silvio Berlusconi, leader di Forza Italia, rilancia le proprie proposte dalla Flat Tax, all’estensione del bonus fiscale di 80 euro al mese a pensionati ed autonomi, all’ incremento delle pensioni minime a 1.000 euro. E a sostenere le misure di Berlusconi Renata Polverini, secondo cui sta diventando sempre più necessario dare risposte, anche pensando ad estendere il bonus di 80 euro al mese anche ad altre categorie svantaggiate come i pensionati, con l’incremento delle pensioni minime e con la detassazione sugli immobili.

I migliori Prestiti personali senza busta paga e finanziamenti DICEMBRE 2016. In questo articolo proponiamo i migliori finanziamenti senza bisogno di presentare la busta paga e senza garanzie, ma anche prestiti personali, finanziamenti per attività e liberi professionisti con bassi tassi d'interesse.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il