Utube, azienda di tubi sommersa dal successo di Youtube al quale chiede i danni

Diciamo che il successo l'ha ottenuto soltanto il primo mentre il secondo ha ereditato, volente o nolente, una quantità gigantesca di traffico e qualche grattacapo



Diciamo che il successo l'ha ottenuto soltanto il primo mentre il secondo ha ereditato, volente o nolente, una quantità gigantesca di traffico e qualche grattacapo.
Fra i due siti non c'è nulla in comune tranne la pronuncia del nome ("You" viene spesso abbreviato "U" anche nella forma scritta).

La curiosità sta nel fatto che Utube è un sito nato oltre 10 anni fa, che ha continuato a vendere i propri prodotti senza sfruttare minimamente l'escalation del colosso americano.

L'azienda, che produce tubi di ogni genere, è passata da 1.500 visitatori mensili a quasi 2.000.000 finendo per creare confusione tra i propri clienti e trovandosi spesso e volentieri il sito down.

Adesso, dopo aver ricevuto una telefonata dalla polizia austaliana che accusava i gestori del sito di ospitare materiale pedopornografico, gli avvocati di Utube hanno deciso di denunciare il "rivale" chiedendo un rimborso spese per la creazione di un nuova corporate identity.

Sono curioso di sapere come andrà a finire...voi che dite?

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il