BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni Governo Renzi ultime notizie: riforma, tra venerdì, sabato e domenica voto finale su proposte ufficiali

La Legge di Stabilità dovrebbe ricevere il voto in Senato entro domani, giovedì 18 dicembre, o al massimo venerdì: quali le novità pensioni previste?




Ultimi giorni di discussione per la Legge di Stabilità che dovrebbe ricevere il voto in Senato entro domani, giovedì 18 dicembre, o al massimo venerdì 19. E restano da sciogliere alcuni nodi fra cui quelli che riguardano le novità pensioni, le novità sull’Irap, con un ripristino degli sgravi; e attese decisioni sulla tassazione di fondi pensione e per le casse private dei professionisti.

Le uniche novità sulla riforma pensione di possibile approvazione nella nuova Legge di Stabilità riguardano principalmente due misure: la cancellazione delle penalizzazioni per chi va in pensione prima dei 62 anni di età ma con anzianità contributiva maturata, misura cui è stata presentata però una modifica che prevede di estendere questa possibilità solo a chi percepisce meno di 3.500 euro lorde al mese; e la proroga dell’opzione donna per tutto il 2015, permettendo così ancora per un anno alle lavoratrici dipendenti e autonome di andare in pensione prima, a 57 o a 58 anni, purchè accettino di calcolare la loro pensione finale con sistema esclusivamente contributivo, ricevendo un assegno ridotto.

Tra le altre misure della nuova Legge di Stabilità, confermato il bonus bebè 2015 di 80 euro al mese per i bambini nati o adottati nel 2015 per le famiglie con un valore Isee non superiore a 25.000 euro annui. L'importo raddoppia nel caso in cui l'Isee risulti non superiore ai 7.000 euro annui; sarà ridotto della metà (da 150 milioni a 75 milioni) il taglio delle risorse per il 2015 per il finanziamento dei patronati; approvato, in mattinata, un emendamento che estende l’Art Bonus al sostegno delle Fondazioni Lirico Sinfoniche e dei Teatri di tradizione. Confermati, inoltre, gli sgravi contributivi per i datori di lavoro che hanno assunto lavoratori in mobilità licenziati da imprese con meno di 15 dipendenti.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il