BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni vecchiaia, donne, anzianità Governo Renzi: novità nulle in Legge Stabilità ufficiali.Referendum Lega diventa fondamentale

Dopo le delusioni per le mancate modifiche sulla riforma pensioni, torna sempre più in ballo l’idea di appoggiare il referendum abrogativo della Lega. La situazione




L’ennesima delusione per i quota 96 della scuola, che ancora una volta hanno visto svanire le speranze di poter finalmente andare in pensione, vista la bocciatura anche in Senato degli emendamenti presentati da M5S e Sel per il loro congedo definitivo; la mancanza di novità concrete e positive sulla riforma pensioni Fornero nella nuova Legge di Stabilità; e le ultime notizie per niente confortanti sui prossimi piani di lavoro del governo in materia previdenziale, che vedono ancora fortemente divisi partiti e ministri, sta aprendo sempre più la strada a nuovi consensi per il referendum abrogativo della legge Fornero proposto dalla Lega. Soddisfatto Matteo Salvini, deciso a cancellare le attuali norme pensionistiche e tornare alle vecchie regole.

E a portare sempre più cittadini, politici e sindacati ‘dalla parte’ del referendum anche le divisioni interne del governo e le incertezze che ancora regnano per le pensioni, tra gli annunci positivi da parte del ministro del Lavoro Poletti e del Commissario Inps Treu, pronti a rimettere in discussione le pensioni a gennaio 2015 e garantire maggiore flessibilità, e il ministro dell’Economia Padoan che invece resta fermo sull’idea di non intervenire assolutamente nell’immediato futuro su una riforma che, seppur rigida e con errori grossolani, è in grado di  garantire sostenibilità finanziaria, per cui non sarà toccata.

E la confusione cresce se si considera che il premier Renzi, dopo aver tempo fa detto che sarebbe tornato ad affrontare la questione pensioni, non ha più confermato nulla. Eppure dopo riforma di Giustizia, Scuola e Lavoro mancherebbe solo quella previdenziale da mettere a punto. Difficile, tuttavia, riuscire a ‘scavalcare’ il parere di ministro Padoan e Mef, questo il motivo per cui, nonostante sia meglio intervenire con correzioni alla riforma Fornero, molti ritengono sia meglio eliminarla del tutto, come proposto dalla Lega, eliminazione delle nuove norme pensionistiche che porterebbe nell’immediato anche a risolvere casi di esodati e quota 96, che tornerebbero a godere delle loro vecchie regole di uscita dal lavoro.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il