BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Acconto iva 2014-2015: calcolo con diversi metodi. Regole e istruzioni per non pagare o versare meno. Per chi, come funziona

Si paga entro il 29 dicembre l’acconto Iva relativo all’ultimo periodo 2014: chi deve pagare e quanto. Diversi i metodi di calcolo e si versa con modello F24




Deve essere versato entro il 29 dicembre l’acconto Iva relativo all’ultimo periodo 2014 e devono versarlo tutti i contribuenti titolari di partita Iva, persone fisiche titolari di ditte individuali, persone fisiche svolgenti attività professionali, società di capitali e di persone. Esenti dal versamento i contribuenti che godono di un regime Iva agevolato, come i contribuenti minimi. Per calcolare l’acconto Iva bisogna prendere in considerazione l’ultimo periodo di liquidazione Iva 2013 e per i contribuenti che effettuano le liquidazioni Iva mensili, il periodo di riferimento è l’ultimo mese dell’anno precedente, quindi dicembre 2013, mentre per i contribuenti con liquidazioni Iva trimestrali, il periodo di riferimento è il quarto trimestre dell’anno precedente, ottobre, novembre e dicembre 2013.

Tre i metodi che si possono utilizzare per calcolare il versamento, storico e previsionale, come previsto per gli altri pagamenti degli acconti delle tasse, lì dove il metodo storico prevede il versamento pari all’88% dell’Iva dovuta relativa all’ultimo mese o trimestre dell’anno precedente, mentre il metodo previsionale il versamento pari all’88% dell’imposta che si prevede di dover versare per il mese di dicembre dell’anno in corso (contribuenti mensili). Per i contribuenti trimestrali l’acconto è pari all’88% dell’imposta che si prevede di dover versare in sede di dichiarazione annuale Iva.

C’è poi anche il metodo delle operazioni effettuate con cui l’acconto Iva viene calcolato sulla base delle operazioni effettuate entro il giorno 20 dicembre, in base ad una liquidazione provvisoria e per i contribuenti mensili, il periodo di riferimento è quello compreso tra il primo e il 20 dicembre 2014; mentre per i trimestrali, il periodo di riferimento è quello compreso tra il primo ottobre e il 20 dicembre 2014.

Per pagare l’acconto Iva bisogna utilizzare il modello F24, che dovrà essere inviato esclusivamente tramite i canali telematici Entratel o fisco online o attraverso i servizi di home banking della propria banca. La sezione dell’F24 da compilare è ‘Sezione Erario’ dove bisogna riportare i  seguenti codici tributo: 6013 per i contribuenti mensili e 6035 per i contribuenti trimestrali.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il