BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni anzianità, precoci, vecchiaia riforma Governo Renzi: novità contributivo, mini pensione, prestito.Padoan contro ufficiale

Ci sono sempre ragionamenti di tipo economico a ostacolare la riforma delle pensioni. Ma in questi mesi non sono mancate le soluzioni a basso impatto o a costo zero.




Non c'è spazio per la riforma pensioni nel governo Renzi. Tutte le volte che si presenta l'occasione, il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan chiude le porte al cambiamento. Le ragioni sono le solite: la legge Fornero assicura grandi risparmi per le casse dello Stato e rinunciarvi sarebbe un imperdonabile autogol. In particolare dice no all'aumento dell'età pensionabile e frena sull'introduzione di costose forme di flessibilità. Gli interventi finora approvati "accrescono la solidità e la stabilità nel tempo del nostro sistema pensionistico e pongono il debito italiano, pur con il suo alto livello, in una situazione di sostenibilità molto superiore rispetto a quella di diversi altri Paesi".

In questi mesi, però, sono state avanzate numerose soluzioni alternative per riformare le pensioni. Alcune di queste sono state proposte da esponenti di governo. Il ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Giuliano Poletti, ad esempio, si fa da tempo promotore del prestito previdenziale per consentire agli over 50 senza lavoro di congedarsi con un aiuto economico da restituire in piccole rate e senza interessi. Non si tratta di una novità assoluta poiché già il suo predecessore Enrico Giovannini aveva già tracciato la strada.

Da tempo Cesare Damiano, presidente della commissione Lavoro alla Camera dei deputati, propone di aprire le porte della pensione a 62 anni di età con 35 anni di contributi versati, secondo una tabella di incentivi e disincentivi da applicare in base all'età effettiva del ritiro. Si ragiona poi sull'introduzione di quota 100 come somma di età anagrafica e anni di contribuzione e il calcolo dell'assegno per tutti i lavoratori in attività con il metodo contributivo. Quest'ultima ipotesi farebbe da apripista al ricambio generazionale.

I migliori Prestiti personali senza busta paga e finanziamenti DICEMBRE 2016. In questo articolo proponiamo i migliori finanziamenti senza bisogno di presentare la busta paga e senza garanzie, ma anche prestiti personali, finanziamenti per attività e liberi professionisti con bassi tassi d'interesse.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il