BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni donne, vecchiaia, precoci riforma Governo Renzi: novitÓ modifiche future indicate da Renzi, Treu, Poletti dopo delusioni

Si Ŕ fatto un gran parlare di riforma delle pensioni per settimane e settimane, ma le modifiche inserite nella legge di stabilitÓ sono ben poche.




C'è l'amaro in bocca vedendo le misure sulla riforma pensioni che sono finite nella legge di stabilità. Non ci sono grandi novità, se non un paio di emendamenti correttivi della legge Fornero. Delle tante ipotesi di modificare l'impalcatura previdenziale nel segno della flessibilità favorendo l'uscita anticipata, non c'è neanche l'ombra. Anzi, ci sono i dipendenti delle amministrazioni provinciale sul piede di guerra. Con la manovra finanziaria che dà il via libera a procedure di mobilità verso Regioni e Comuni, sfuma anche la possibilità del prepensionamento così come prospettato fino a qualche mese fa.

Eppure è stato lo stesso ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Giuliano Poletti, ad aver prospettato un ponte previdenziale fra lavoro e pensione per chi, superati i 50 anni e trovandosi in stato di disoccupazione, non ha ancora maturato i requisiti effettivi per il congedo. Si tratta di un vero e proprio prestito a carico di Stato e aziende da restituire in piccole rate. Nei giorni scorsi il commissario straordinario dell'Inps, Tiziano Treu, ha invitato a cambiare le regole in corso ovvero a renderle più flessibili in uscita. I suoi ragionamenti sono influenzati anche dalla possibile proposizione di un referendum per la cancellazione della legge Fornero.

A ben vedere anche il premier Matteo Renzi aveva promesso qualche intervento sulle pensioni. Tutto è rimasto fermo con la giustificazione dell'assenza di copertura finanziaria. Nella manovra finanziaria hanno trovato spazio la proposta di cancellare le penalizzazioni per chi si congeda dal lavoro a 62 anni di età con la regolare maturazione dei requisiti contributivi richiesti, e la fissazione di un tetto alle pensioni d'oro.

Ti Ŕ piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il