BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni, quota 96, indulto, amnistia, Consiglio dei Ministri domani, Legge Stabilità,Lavoro: novità oggi martedì 23 Dicembre 2014

Via libera in Senato alla nuova Manovra, il 24 convocato nuovo Consiglio dei Ministri e attesa per i decreti attuativi della riforma del Lavoro: le novità




Blocco della Tasi e congelamento del canone Rai nel 2015, conferma del bonus Irpef da 80 euro anche nel 2015, confermato il bonus bebè 2015 per le famiglie che hanno un Isee inferiore ai 25mila euro, liquidazione del Tfr su base volontaria nella seconda metà del prossimo anno, cancellazione per tre anni dei contributi per le nuove assunzioni, approvazione della misura che cancella le penalizzazioni per chi va in pensione prima dei 62 anni di età, nessuna soluzione per i quota 96 della scuola: dopo una lunga maratona parlamentare, in nottata, è arrivato il voto in Senato alla nuova Legge di Stabilità.

È stata approvata anche la nota di variazione del bilancio dal Consiglio dei ministri e in discussione l'Italicum che sembra pronto al passaggio determinante. Sembra, infatti, che legge elettorale possa arrivare in Aula, già il 7 gennaio. Il 24 dicembre, invece, giorno della Vigilia di Natale, in programma il Consiglio dei Ministri: “Il giorno prima di Natale su Taranto e l’Ilva facciamo un Consiglio dei Ministri: ci saranno interventi sul lavoro e sul Fisco, perché sia più facile pagare le tasse e il fisco non sia un tuo nemico. Ci saranno poi interventi sulla Pubblica Amministrazione” ha annunciato il premier Matteo Renzi.

Si attendono, intanto, i decreti attuativi per la riforma del Lavoro che diano ufficialità alle misure del Jobs Act pronte ad entrare in vigore da gennaio 2015. I timori però sono sulle novità Aspi che è stata allargata a comprendere una platea di beneficiari maggiori. C’è chi rivendica il fatto che per tale intervento serviranno più risorse che certamente il governo ha già ‘da parte’ e che tali risorse avrebbero potuto essere impiegate per altri interventi, come per esempio la soluzione del caso dei quota 96 della scuola. Rimandato al prossimo anno anche il testo unificato per i quattro ddl sulle misure di indulto e amnistia.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il