Pensioni vecchiaia e anzianità Governo Renzi: riforma, novità quota 100, contributivo, no penalizzazioni, prestito ufficiali

Via libera alla cancellazione delle penalizzazioni ma non per tutti: la novità e le misure ufficiali della nuova Manovra sulle pensioni

Pensioni vecchiaia e anzianità Governo R


Approvata in Senato la novità che elimina le penalizzazioni previste dalla riforma pensioni Fornero, per chi avendo maturato l’anzianità contributiva, vuole andare in pensione prima dei 62 anni di età, ma solo coloro che percepiscono assegni inferiori ai 3.5000 euro lordi. Previsto poi il ricollocamento in altri entri, da Regioni a Comuni, università, per il personale delle Province in esubero per cui era stato presentato un emendamento per prepensionamento con le vecchi norme pensionistiche. Poi, dal 2017, dovrebbe scattare la mobilità per tutti.

Per le attese novità sull’aumento della tassazione su fondi pensione e casse previdenziali private, è stato stabilito un credito d’imposta del 6 e del 9% per gli investimenti strutturali per i fondi pensione e le casse previdenziali che blocca per le quote reinvestite l’aumento delle tasse previsto per i fondi dall’11,5% al 20% e per le casse dal 20% al 26%. Nessuna novità dunque né per piani di uscita anticipata per tutti, come prestito pensionistico, uscita a quota 100, sistema contributivo per tutti, né per gli aumenti delle pensioni minime, né tanto meno per risolvere il problema della rivalutazione negativa delle pensioni.

Era comunque nell’aria: ci si aspettava che nulla sarebbe stato fatto in tal senso, soprattutto a seguito delle ultime dichiarazioni di esponenti politici, e non, come ministro Poletti e Boschi, e commissario Inps Treu, che solo qualche settimana fa avevano lasciato intendere come nuovi provvedimenti per modificare l’attuale riforma pensioni sarebbero tornati al vaglio del governo il prossimo anno. E tutto potrebbe ricominciare già dal prossimo gennaio o febbraio.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il
Puoi Approfondire