BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni anzianità, donne, vecchiaia riforma Governo Renzi: novità, prospettive e alternative 2015 dopo Legge di Stabilità

Nonostante un paio di emendamenti correttivi alla legge Fornero, la nuova manovra finanziaria ha solo sfiorato la riforma pensioni.




Sono tante le questioni rimaste aperte con la legge di stabilità. Le novità sulla riforma pensioni sono state poche e le grandi ipotesi di cambiare la previdenza nel segno della flessibilità per favorire l'uscita anticipata sono rimaste ferme sulla carta. Se ne parlerà il prossimo anno, quando potrebbe essere riaperti i fascicoli sul prestito previdenziale, sull'introduzione di quota 100 come somma di età anagrafica e anni di contribuzione, sull'estensione del metodo contributivo, sulla rivalutazione degli assegni e sull'allargamento dei beneficiari del bonus fiscale di 80 euro al mese.

Per ora non resta che incassare l'emendamento che cancella i disincentivi economici per chi si congeda dal lavoro a 62 anni di età avendo raggiunto 42 anni e 1 mese di contributi nel caso degli uomini e 41 anni e 1 mese nel caso delle donne, e quello che fissa un tetto agli assegni previdenziali, le cosiddette pensioni d'oro. La legge Fornero consente ad alcune categorie di lavoratori, come docenti universitari, medici e magistrati, di rimanere in servizio anche oltre i 40 anni di anzianità, permettendo così di cumulare la pensione calcolata con il metodo retributivo con quella con il metodo contributivo.

Le tasse sui fondi pensione e sulle casse di previdenza sono state tra gli argomenti più dibattuti. Con la legge di Stabilità il prelievo sui rendimenti dei primi passa dall'11,5% al 20%, mentre l'aliquota per le seconde sale dal 20% al 26%. Nel passaggio del provvedimento al Senato, tuttavia, per alleggerire anche se solo parzialmente questa stretta fiscale, il governo ha deciso di concedere degli sgravi per gli investimenti in opere e infrastrutture sul territorio italiano. Lo sconto, secondo i calcoli, avrebbe un valore di 80 milioni di euro. Il provvedimento sarà approvato anche dalla Camera dei deputati.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il