Pensioni uomini, precoci, donne riforma Governo Renzi: prospettive e alternative dopo delusione e immobilismo Legge Stabilità

Pochi i cambiamenti sulla riforma pensioni introdotti con la legge di stabilità. L'appuntamento con le modifiche più incisive alla legge Fornero è rinviata al prossimo anno.

Pensioni uomini, precoci, donne riforma


La riforma pensioni incassa gli emendamenti sulla fissazione di un tetto alle pensioni d'oro e sulla cancellazione delle penalizzazioni per chi si ritira prima dei 62 anni di età con la regolare maturazione dei requisiti contributivi richiesti. Nulla da fare per tutte quelle soluzioni su cui governo e parlamento hanno ragionato per settimane. A partire dall'allargamento ai pensioni del bonus di 80 euro.

Con il nuovo anno il confronto ricomincerà dalle ipotesi che non sono state tradotte in realtà come l'applicazione di quota 100 come somma dell'età anagrafica e degli anni contributivi; l'introduzione del prestito previdenziale per consentire il ritiro dal mondo lavoro degli over 50 disoccupati; l'estensione agli uomini del calcolo dell'assegno previdenziale con il metodo contributivo che favorirebbe anche il ricambio generazionale.

Potrebbe essere tirato fuori dal cassetto il disegno di legge di Cesare Damiano, presidente della commissione Lavoro alla Camera dei deputati, che consente l'uscita a 62 anni di età e 35 anni di contributi secondo una tabella ragionata di incentivi e penalizzazioni sull'importo dell'assegno.

Le decisioni del governo vanno lette nel contesto più ampio europeo. Non è un caso che Bruxelles stia sorvegliando le mosse dell'Italia, con particolare riferimento alle politiche sulle pensioni e sul lavoro ovvero alle legge Fornero, considerato un pilastro da non modificare. Secondo i dati di Eurostat, l'indice dei consumi per l'Italia è sceso da 102 a 100, mentre nella zona euro è rimasto stabile a 106. Indice fermo anche in Germania (122) e Francia 110). Anche il Pil pro capite italiano è sceso nel 2013 da 101 a 99, mentre in Eurozona è passato da 108 a 107, in Germania da 123 a 122, e in Francia è rimasto stabile a 107.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il
Puoi Approfondire