BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Sistri: proroga 2015, con nuove regole in Consiglio dei Ministri domani e Milleproroghe Governo Renzi. Novità settimana

Il Consiglio dei ministri di mercoledì potrebbe far slittare al 31 dicembre del prossimo anno i tempi di applicazione delle sanzioni relative al Sistri.




Quali sono novità e ultime notizie sul Sistri? Cosa aspettarsi dopo l'assenza di interventi nella legge di stabilità approvata dal Senato? Stando al testo della manovra finanziaria, a cui manca il via libera della Camera prima della che venga cristallizzato nelle norme legislative italiane, non c'è alcuna proroga al 31 dicembre 2015 delle sanzioni relative al Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti. A questo punto l'unica via d'uscita per scongiurare il pagamento di multe molte salate è un intervento in extremis del Consiglio del ministri di mercoledì 24 dicembre 2014. Solo un decreto potrebbe arrivare lo slittamento dei termini di pagamento.

Alla base di questa situazione c'è l'incertezza relativa sulla stessa opportunità di proseguire con il Sistri. Come evidenziato anche da interrogazioni parlamentari, c'è la volontà di sostituire questo strumento con un altro più snello ed efficiente. Da qui la richiesta reiterata nelle ultime settimane di prorogare i tempi di applicazione delle sanzioni per quelle società che non si metteranno in regola entro il 31 dicembre 2014. Occorre rilevare come lo slittamento dei tempi è stato già inserito nel collegato ambientale "Disposizioni in materia ambientale per promuovere misure di green economy e per il contenimento dell'uso eccessivo di risorse naturali".

Sul piede di guerra Rete Imprese Italia che sposta l'accento anche sul problema degli autotrasportatori alle prese con la gestione di due modalità, quella telematica e quella tradizionale con la compilazione di registri e formulari cartacei: "Un paradosso che la dice lunga sulla necessità di sostituire rapidamente un meccanismo costoso e complesso, che in questi anni ha mostrato enormi problemi di funzionamento, con un sistema fondato su criteri di trasparenza, efficienza, economicità e semplice utilizzo per le imprese". La conclusione è semplice: "Il Sistri va definitivamente superato".

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il