BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni donne e uomini riforma Governo Renzi: novità dopo ultimi sei mesi tra interventi concreti, conferme e smentite

A conti fatti sono più le risposte non date sulla riforma pensioni Renzi. Le ultime notizie sono le modifiche apportate con la legge di stabilità.




Cosa è stato raccolta nel campo della riforma pensioni dopo mesi e mesi di semina? Di novità se ne è parlato in abbondanza, le proposte non sono mancate, ma alla fine dei giochi ovvero con la legge di stabilità approvata sul finire dell'anno, sono passate solo due correzioni alla legge Fornero. La prima prevede la cancellazione delle penalizzazioni per chi va in pensione prima dei 62 anni con 42 anni e 1 mese di contributi (nel caso degli uomini) o 41 anni e 1 mese (se donne). La seconda fissa un tetto alle pensioni d'oro. Entrambe le misure troveranno applicazione dal 2015.

Nonostante lo stesso premier Matteo Renzi abbia più volte sfiorato la questione, non c'è stata alcuna agevolazione per i pensionati e né l'allargamento della platea dei destinatari del bonus fiscale di 80 euro. Sono rimaste inattuati i suggerimenti di applicare quota 100 quale somma di età anagrafica e anni di contribuzione per andare in pensione; di introdurre il prestito previdenziale per consentire il congedo dal mondo del lavoro degli over 50 disoccupati privi di sussidi di e cassa integrazione; di estendere agli uomini il calcolo dell'assegno previdenziale con il metodo contributivo.

Lettera morta anche il disegno di legge di Cesare Damiano, presidente della commissione Lavoro alla Camera dei deputati, per consentire l'uscita a 62 anni di età e 35 anni di contributi. E che dire dei quota 96 del mondo della scuola ovvero di quei lavoratori che, nonostante il compimento di 61 anni d'età e il raggiungimento di 35 anni di contributi previsti dalla normativa di riferimento, non sono andati in pensione a causa dell'introduzione delle norme contenute nella riforma Fornero, che non hanno tenuto conto della peculiarità del calendario scolastico. Arriveranno risposte nel 2015?

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il