BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni anzianità, donne, vecchiaia riforma Governo Renzi continua. Legge inaspettata approvata e contributivo,quota 100,prestito

Il percorso della riforma pensioni Renzi prende le mosse dalle novità dello scorso anno, a partire dalla sperimentazione dell'Assegno di disoccupazione.




Quali sono state le novità e le ultime notizie sulla riforma pensioni approvate sul finire dello scorso anno? Il punto di partenza è rappresentato da due emendamenti alla legge di stabilità nella parte riguardante la previdenza. Il primo prevede l'abolizione dei disincentivi per chi si ritira prima dei 62 anni di età con 42 anni e 1 mese di contributi (nel caso degli uomini) o 41 anni e 1 mese (per le donne). Il secondo stabilisce un tetto alle pensioni d'oro. L'importo non potrà superare quello calcolato con il metodo retributivo sulla base dell'ultimo stipendio percepito, comprendendo anche gli anni lavorati fino all'effettivo congedo.

Ecco poi l'istituzione in via sperimentale dell'Assegno di disoccupazione (Asdi). Si tratta di una tutela di sostegno al reddito ai lavoratori che hanno esaurito il sussidio della Nuova prestazione di assicurazione sociale per l'impiego (Naspi), non hanno trovato occupazione e si trovano in una condizione economica di difficoltà. Fra i beneficiari della prima fase, oltre ai lavoratori appartenenti a nuclei familiari con minorenni, ci sono quelli vicini al traguardo della pensione ma ancora privi dei requisiti per il congedo definitivo. L'Asdi è erogato per non più di sei mesi ed è pari al 75% dell'ultimo trattamento percepito ai fini della Naspi.

Al fine di incentivare la ricerca attiva del lavoro, sono stabiliti i limiti nei quali i redditi derivanti da nuova occupazione possono essere parzialmente cumulati con il sostegno economico e le modalità attraverso cui il sostegno cala in maniera graduale con il protrarsi dell'occupazione e in relazione al reddito da lavoro. Il sostegno economico è condizionato all'adesione a un progetto personalizzato redatto dai competenti servizi per l'impiego, secondo modalità che prevedono specifici impegni in termini di ricerca attiva di lavoro, disponibilità a partecipare a iniziative di orientamento e formazione, accettazione di adeguate proposte di lavoro.

I migliori Prestiti personali senza busta paga e finanziamenti DICEMBRE 2016. In questo articolo proponiamo i migliori finanziamenti senza bisogno di presentare la busta paga e senza garanzie, ma anche prestiti personali, finanziamenti per attività e liberi professionisti con bassi tassi d'interesse.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il