BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Cerca







Pensioni Governo Renzi riforma ultime notizie: riunione tra Ministro Padoan e Tito Boeri annunciata a breve. I temi discussi

In programma nuovo incontro tra ministro dell’Economia Padoan e nuovo presidente Inps Boeri: le questioni in discussioni e novità pensioni previste




Opzione contributivo donna, sistemi di uscita anticipata e flessibile, rivalutazione negativa degli assegni pensionistici, casi di esodati e quota 96: questi gli argomenti che saranno in discussione nel prossimo incontro, previsto a breve, tra il ministro dell’economia Padoan e il nuovo presidente dell’Inps Tito Boeri. Molti ritengono che la nomina di Boeri, da sempre dalla parte di interventi sull’attuale riforma pensioni, possa dare nuova spinta al cambiamento, anche se la posizione chiara del ministro dell’Economia sarà un forte ostacolo. Da mesi, infatti, Padoan ribadisce la sua contrarietà a qualsiasi intervento sulla riforma Fornero che ritiene sia l’unica, nonostante errori e problemi, a garantire sostenibilità economica al Paese.

Padoan e i tecnici del Tesoro sono anche contrari alla proroga, in realtà già approvata dall’Inps, dell’opzione contributivo donna. Si tratta della possibilità di permettere alle donne lavoratrici, dipendenti e autonome, di continuare ad andare in pensione prima, rispettivamente a 57 e 58 anni, accettando di calcolare la propria pensione finale esclusivamente con metodo contributivo, e quindi con assegni ridotto rispetto a quello che si percepirebbe con calcolo retributivo più vantaggioso, fino a fine 2015.

Questa possibilità doveva in realtà chiudersi il 31 dicembre 2014 ma l’Inps ne ha prorogato i termini di scadenza per cui, però, sono ancora attese conferme ufficiali dal Tesoro che, al momento, non ha fatto sapere nulla in merito e per questo è particolarmente atteso il confronto tra ministro Padoan e nuovo presidente dell’Inps Boeri.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il