BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni donne, anzianità, precoci riforma Governo Renzi: novità, svolta importante dopo mesi di proposte ed illusioni

Quali le possibili novità sulla riforma pensioni che potrebbero davvero essere approvate in questo nuovo 2015? Come influiscono voto referendum Lega e nomina Tito Boeri nuovo presidente Inps




Abolizione delle penalizzazioni per chi sceglie di andare in pensione prima di aver compiuto i 62 anni di età e introduzione di un nuovo tetto alle pensioni d'oro: queste le uniche novità sulla riforma pensioni che sono state approvate con la fine del 2014 nella nuova Legge di Stabilità. Ma restano ancora aperte tantissime questioni in merito, dai casi di esodati e quota 96 della scuola, al problema della rivalutazione negativa delle pensioni, alle proposte di uscita anticipata e flessibile per tutti che tutti hanno chiesto nel corso di questi ultimi mesi.

E sembra che il successo incalzante che sta riscuotendo il referendum abrogativo indetto dalla Lega e la nomina del nuovo presidente Inps Tito Boeri possano rappresentare la svolta decisiva per intervenire finalmente in maniera concreta sulle pensioni attuali.L'obiettivo è modificare l'attuale sistema previdenziale senza però stravolgerne completamente la struttura che, nonostante perplessità e grossolani errori, riesce comunque a garantire allo Stato risparmi per circa 80 miliardi di euro.

Cifra cui certamente non si può rinunciare in questo periodo di particolare crisi. E quale migliore intervento di modifica se non una possibilità di uscita anticipata per tutti che richiederebbe penalizzazioni al lavoratore, senza richiedere risorse aggiuntive allo Stato o all'Inps, e che cambierebbe parte delle norme Fornero senza cancellarle completamente? Ed ecco che in ballo potrebbero tornare ipotesi di uscita anticipata con sistema contributivo per tutti, con prestito pensionistico, a quota 100 o a 62 anni di età con 35 anni di contributi e penalizzazioni. Bisogna comunque aspettare ancora un po’ per capire quali saranno davvero gli orientamenti del governo in tal senso.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il