BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni Governo Renzi riforma ultime notizie: dopo mesi di annunci e proposte, sembra davvero arrivare la svolta importante

La minaccia del referendum abrogativo della riforma pensioni della Lega e gli interventi necessari per modifiche e novità




Dopo il primo sì dalla Cassazione, Matteo Salvini e Lega attendono il parere della Corte Costituzionale sul referendum 2015 di abrogazione della riforma pensioni Fornero. Tra discussioni e promesse mancate, il primo libera alla proposta di voto lanciata dalla Lega che chiede di cancellare completamente le norme pensionistiche attuali è stata la prima novità certa di quest’anno, cui sono seguite le pochissime modifiche contenute nella nuova Legge di Stabilità che riguardano cancellazione delle penalizzazioni per chi va in pensione prima dei 62 anni e tetto alle pensioni d’oro a partire da gennaio 2015.

E la minaccia del referendum, che rischia di cancellare insieme alla legge Fornero anche gli 80 miliardi di euro di risparmi che essa, secondo le stime, garantisce fino al 2021, sembra essere stata la spinta alle prime modifiche della riforma pensioni, cui dovrebbero seguirne altre il prossimo anno. Le ultime notizie parlano, infatti, di ritorno alla discussione sulla questione previdenziale già dal prossimo gennaio o febbraio.

E mentre Salvini attende la risposta della Corte Costituzionale, appoggiato da Sel, Idv e Cigl, Annamaria Fulran della Cisl ha annunciato che presenterà nel 2015 al governo Renzi nuove proposte per una riforma del fisco e delle pensioni. Del resto, la Furlan già in occasione delle dichiarazioni della leader della Cgil Camusso che ha sin da subito pienamente appoggiato la proposta di referendum, aveva spiegato come eliminare la legge Fornero non sarebbe stata una soluzione. Meglio sarebbe se il governo si adoperasse per intervenire con modifiche, invece. E così dovrebbe essere.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il