I ragazzi italiani si connettono poco ad Internet rispetto alla media europea

L'ultimo report di Eurostat sugli accessi online dimostra che l'Italia ha ancora molto da recuperare: solo il 40% delle famiglie si connette ad Internet



Eurostat ha reso noti gli ultimi dati riguardanti la penetrazione del web nella Comunità Europea. Il periodo di riferimento è stato il primo trimestre del 2006, e quindi il confronto è stato fatto con lo stesso periodo del 2005. Ebbene, rispetto all'anno scorso gli accessi al Web sono passati dal 48% al 52%. L'Olanda è certamente il paese con il miglior rapporto accessi/famiglie grazie ad uno share dell'80%. Seguono Gran Bretagna (63%), Germania (67%), Italia (40%), Francia (40%) e Spagna (39%).

Insomma, l'Italia sembra essere ancora piuttosto indietro e, nel segmento imprese, non supera il 93%, quando la media europea si staglia sul 94%. In Finlandia, poi, lo share è del 99%.

Purtroppo il dato più negativo riguarda le tipologie di connessioni utilizzate. In Italia solo il 16% delle abitazioni adopera l'ADSL, contro una media europea del 32%. Se poi si considera la regolarità di accesso si scopre che solo il 31% ha un utilizzo regolare, a fronte, ad esempio, dell'80% registrato in Svezia. I giovani italiani con età compresa fra i 16 e i 24 anni che navigano online quotidianamente sono solo il 55%, contro una media europea del 73%.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il