BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Bonus 80 euro 2015 busta paga, stipendio: cosa cambia, calcolo quanto, come e per chi aumento Governo Renzi

Con l'ultima legge di stabilità il governo Renzi ha reso strutturale il bonus di 80 euro per i lavoratori dipendenti e assimilati e introdotto il bonus bebè.




Con l'arrivo del nuovo anno è diventato strutturale il bonus di 80 euro al mese per i lavoratori dipendenti e assimilati. Al pari di quanto è successo da maggio a dicembre del 2014, lo riceveranno coloro che hanno un reddito fra gli 8.145 e i 24.000 euro. Da quest'ultima cifra a 26.000 euro il bonus sarà progressivamente inferiore fino all'azzeramento. Complessivamente sono coinvolti circa 10 milioni di beneficiari. La principale differenza è che non sarà più erogato sotto forma di credito d'imposta.

La nuova legge di stabilità ha portato con sé anche l'erogazione del bonus bebè di 960 euro annui (pari anche questa volta a 80 euro al mese) per ogni figlio nato o adottato tra il primo gennaio 2015 e il 31 dicembre 2017. A fare fede non sarà però la dichiarazione Irpef, ma l'indicatore Isee.

Le disposizioni sul bonus di 80 euro sono dunque destinate a coloro che percepiscono redditi di lavoro dipendente e assimilati a questi ovvero compensi percepiti dai lavoratori soci delle cooperative, indennità percepite a carico di terzi dai lavoratori dipendenti per incarichi svolti in relazione a tale qualità, somme da chiunque corrisposte a titolo di borsa di studio o di assegno, premio o sussidio per fini di studio o addestramento professionale, redditi derivanti da rapporti di collaborazione coordinata e continuativa, remunerazioni dei sacerdoti, prestazioni pensionistiche, compensi per lavori socialmente utili in conformità a specifiche disposizioni normative.

Sono esclusi quindi i titolari di redditi prodotti da titolari di partita IVA in forma autonoma o d'impresa e i cosiddetti incapienti ovvero coloro che hanno un'imposta lorda, calcolata sui redditi da lavoro dipendente, inferiore o uguale alle detrazioni determinate per il medesimo reddito, pari a 8.000 euro.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il