BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Partita iva nuovo regime dei minimi 2015: calcolo online tassazione, spese, contributi. A chi, come e se e quando conviene

Parte il nuovo regime dei minimi 2015 per chi decide di aprire una partita Iva. Come funziona e cosa prevede. Ma è davvero conveniente?




L'approvazione della nuova Legge di stabilità 2015 porta con sè novità per quanto riguarda Partite Iva e nuovo regime dei minimi, quel regime di tassazione che finora è sempre stato agevolato per coloro che avevano intenzione di aprire una partita Iva, soprattutto lavoratori autonomi e liberi professionisti. Ma vale ancora questa convenienza con le novità 2015? Dal primo gennaio 2015 sono entrati in vigore diversi cambiamenti per chi decide di aprire una partita Iva, cambiamenti che però non sembrano agevolare poi più di tanto i contribuenti.

Se, infatti, il vecchio regime dei minimi prevedeva, per cinque anni o fino al compimento del 35esimo anno di età, un’aliquota di tassazione al 5% per ricavi fino a 30mila euro, il nuovo regime alza la soglia di tassazione al 15% e potranno rientrarvi solo coloro i cui compensi annuali non saranno superiori a 15 mila euro, mentre coloro che prestano servizi di alloggio e ristorazione saranno ammessi al nuovo regime entro fino ai 40 mila euro.

Una volta iscritti al nuovo regime dei minimi 2015,però, non si sarà soggetti ad alcune limitazioni temporali, non ci saranno cioè limiti di età anagrafica o anni da ricordare come paletti. Emerge chiaramente come sia decisamente più proibitivo rispetto al precedente il nuovo regime dei minimi che non offre le stesse agevolazione ai liberi professionisti offerte fino allo scorso 2014. Si tratta, infatti, di un regime ‘pesante’ che non permetterebbe ai contribuenti di avviare serenamente una nuova attività riuscendo a ‘mettere da parte’ soldi che potrebbero servire in seguito: troppo alta la nuova aliquota al 15% su una soglia di reddito troppo bassa.

Per capire come funziona e per chi è conveniente il nuovo regime dei minimi cliccare qui:

http://www.professionearchitetto.it/tools/minimi/

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il