BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Previsioni Borsa 2015 ed Economia secondo esperti ed analisti

C'è molto incertezza sull'economia europea. La posizione di Atene allarma i mercati. Il prezzo del greggio continua a scendere, in calo anche l'euro.




Piazza Affari ha tentato un rimbalzo, ieri, dopo il crollo di lunedì per i timori sulla Grecia (-4,9%), perdendo però forza nelle battute finali e chiudendo in lieve calo (-0,25%). Il buon andamento del comparto energetico non è infatti stato sufficiente a controbilanciare la discesa dei titoli bancari. Anche le Borse europee, partite in rialzo, hanno chiuso in calo. A pesare è anche il prezzo del petrolio che cola a picco (sotto i 48 dollari a barile): Parigi perde lo 0,52%, Madrid l'1,13% e Londra lo 0,79%. Solo Francoforte ottiene un rialzo dello 0,13%. Gli investitori si tengono alla larga dai mercati. Per il vicepresidente della Commissione Jirky Katainen "in questo anno dovremo trovare la medicina per creare fiducia, necessaria".

Alla base dell'instabilità recente c'è la cosiddetta Grexit ovvero l'uscita della Grecia dall'euro. È questo l'ultimo neologismo che evoca scenari che mettono paura ai mercati finanziari. Uno scenario tuttavia non previsto dai trattati europei visto che adottare l'euro è stata una decisione irrevocabile degli Stati membri e non esiste la possibilità per un Paese di lasciare la moneta unica. Per il l vicecapogruppo dei socialdemocratici Carsten Schneider, se la Grecia uscisse dall'euro i mercati prenderebbero nel mirino l'Italia, e un Paese così grande non è salvabile con il fondo salva-Stati ESM.

Uno dei saggi del consiglio economico tedesco, Lars Feld, ha paventato che l'opzione Grexit esporrebbe l'Italia a un "effetto contagio sul piano politico mentre i danni dal punto di vista economico sarebbero limitati e l'euro resisterebbe, ma i toni eurocritici a Roma diverrebbero di nuovo più forti". Secondo l'analista statunitense Dean Baker, però, non c'è però da preoccuparsi dalla caduta degli indici di questo inizio d'anno: "Il panico delle Borse è temporaneo e passerà senza conseguenze devastanti. Sarà meglio continuare a guardare invece ai problemi fondamentali delle economie europee, che resteranno tali anche dopo il passaggio dell'uragano".

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il