BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni Governo Renzi riforma ultime notizie: riprendono in un clima nuovo lavori Parlamento su riforma Pubblica Ammnistrazione

Riprende da domani 8 gennaio la discussione sulle novità della riforma della P.A.: sarà nuovamente affrontato il nodo pensioni?




Da domani, giovedì 8 gennaio, riprendono le discussione sulle novità della Riforma della Pubblica Amministrazione, appuntamento particolarmente atteso soprattutto per le vicende legate al Jobs Act e il caso dei vigili di Roma. La ripresa dei lavori sulla riforma della P.A. si svolgerà in un nuovo clima che fa ben sperare anche in novità pensioni, risultato, per quanto possibile, di una revisione di una serie di leggi ad hoc per dipendenti pubblici e lavoratori privati.

Il discorso pensioni che in un primo momento era stato bloccato nella riforma della P.A potrebbe essere ripreso alla luce della importanza che i prepensionamenti potrebbero avere anche trasformandosi in nuova spinta alla crescita del mercato del lavoro e delle novità su licenziamenti e controlli Inps più serrati sui dipendenti pubblici.

In questo senso, il nuovo clima di ripresa dei lavori si preannuncia più duro e rigido, sulla scorta della vicenda  che ha visti protagonisti decide e decine di vigili a Roma nella sera di Capodanno. Il premier Renzi, dal canto suo, si dice convinto che il pubblico impiego vada cambiato, e il cambiamento arriverà con le regole del decreto Madia. E, in particolare sul nodo pensioni, ribadisce interventi, sperando anche in aumenti a breve per le pensioni minime, e commentando la nomina alla presidenza dell’Inps Tito Boeri, sostenitore dell’introduzione di un prelievo sulle pensioni contributive sopra i 2mila euro.

Ma esclude, allo stesso tempo, una riforma pensioni che possa completamente stravolgere l’attuale struttura della legge Fornero. E non è una novità, considerando che era stato lo stesso Renzi già mesi fa a ritenere che la riforma pensioni Fornero andasse modificata nelle sue parti errata ma non completamente cancellata, e oggi ritiene che l’arrivo di Boeri presidente dell’Inps non porterà effettivamente stravolgimenti nelle pensioni, piuttosto ci si concentrerà per cambiare la governance dell’Inps stesso.  

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il