BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni, riforma fiscale, Isee 2015, bonus 80 euro, Tfr anticipato quota 96, amnistia, indulto: novità Governo Renzi ad oggi

Ripresa la discussione sulla riforma della P.A. mentre continuano le polemiche sul decreto fiscale. Misure previste. Attese risposte per quota 96 della scuola e misure di indulto e amnistia




E’ ripresa da giovedì 8 gennaio, la discussione sulle misure della nuova riforma della Pubblica Amministrazione, che porterà all’approvazione di quel decreto Madia che dovrebbe contenere diverse novità, a partire da norme per i licenziamenti dei dipendenti pubblici a controlli dell’Inps per gli statali decisamente più capillari. Il premier Renzi ci ha tenuto a chiarire “Sul pubblico impiego premiamo quelli bravi, che ci sono, e stanghiamo i furbetti e senza paura delle resistenze di piccole e grandi lobby e del potere di rendita dei signori della burocrazia”.

Tra i provvedimenti previsti, semplificazione, scommessa sul digitale, razionalizzazione forze dell'ordine, tempi certi di risposta delle amministrazioni, novità su partecipate, camere di commercio, e funzionamento del governo. E mentre restano ancora in discussione le eventuali modifiche da mettere a punto per un ritorno in discussione della questione previdenziale e delle novità necessarie per modificare l’attuale riforma pensioni Fornero, a partire dai sistemi di uscita anticipata per tutti, per arrivare a cercare di garantire quegli aumenti alle pensioni minime annunciati ma ancora non messi in pratica, a causa della mancanza di risorse economiche necessarie; mentre si continua a parlare di caso dei quota 96 della scuola, sperando che questo 2015 sia l’anno decisivo per la svolta e il loro pensionamento definitivo, non si placano le polemiche sulla nuova riforma fiscale.

Le polemiche soprattutto in riferimento a quella misura (art19) che, a detta di molti, sarebbe a favore di Silvio Berlusconi, ma che, sostiene il premier Renzi non è assolutamente così. Martedì prossimo il termine di presentazione dei nuovi emendamenti, intanto, Matteo Renzi ha precisato: “Noi cambiamo il fisco per gli italiani, non per Berlusconi. Senza fare sconti a nessuno, nemmeno a Berlusconi, che sconterà la sua pena fino all'ultimo giorno”.

E sull'art 19, quello che molti hanno definito provvedimento salva-Berlusconi, che esclude la punibilità quando l’importo delle imposte sui redditi evase non è superiore al tre per cento del reddito imponibile, spiega che si tratta di “una norma semplice che rispetta il principio di proporzionalità. Si può naturalmente eliminare, circoscrivere, cambiare. Il fatto che ci siano adeguate soglie di punibilità (penali: il colpevole paga lo stesso, tutto, fino all'ultimo euro ma con sanzioni amministrative e non penali) e che si rispetti il principio di proporzionalità è sacrosanto. Poi nel merito si può discutere di tutto, cambiare tutto, ragionare di tutto”.

Tra le altre misure del nuovo decreto fiscale, prevista l'introduzione della soglia di mille euro per il rilascio e l'emissione di fatture false; la punibilità se si evadono imposte che superano 150mila euro, contro gli attuali 50mila euro; l’abuso del diritto quando si è in presenza di operazioni prive di sostanza economica che realizzano vantaggi fiscali indebiti come conseguenza principale dell’operazione; e aumento delle soglie di punibilità per omesso versamento di Iva, che salgono da 50mila a 150mila euro.

E mentre prosegue il dibattito sulle misure del decreto fiscale, continua anche la discussione sul testo unificato del quattro ddl sulle misure di indulto e amnistia, che da mesi ormai stanno dividendo opinione politica e pubblica, per cui si attendono risposte definitive in questo nuovo anno.

Importanti novità a livello fiscale sono già attive anche da quest'anno, 2015. In particolare il bonus degli 80 euro confermato anche nel 2015 in busta paga (per chi, calcolo e come lo abbiamo visto qui), la possibilità di fare richiesta del Tfr anticipato nel proprio stipendio (trattato qui), e il nuovo Isee 2015 (visto in questo articolo)

ISEE 2016: calcolo e compilazione passo passo. Il modello ISEE è un ottimo strumento per ottenere benefici ed esonerei nei pagamenti per alcuni servizi pubblici come la mensa scolastica, il ticket, autotrasporti, università... ecco come compilarlo e quali documenti presentare per le detrazioni

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il