BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Isee 2015: istruzioni, calcolo. Regole come fare, DSU precompilato e documenti necessari

In vigore da questo mese di gennaio 2015 il nuovo Isee: come funziona, cosa cambia rispetto allo scorso anno e come richiederlo




Cambia da quest’anno il modello Isee, l’Indicatore della situazione economica equivalente, che si adeguerà alle nuove regole 2015 che dovranno essere seguite da famiglie e cittadini che vogliono beneficiare di agevolazioni e detrazioni fiscali per usufruire di determinati servizi, come, per esempio, per prestazioni socio-sanitarie. L'Isee risulta dal rapporto tra l’indicatore della situazione economica (ISE) e il parametro desunto dalla Scala di Equivalenza, è dunque il risultato della somma dei redditi e di una quota del patrimonio mobiliare e immobiliare (20%).

Il nuovo modello Isee 2015 prevede una minore possibilità di autocertificazione e i dati di ciascun contribuente saranno soggetti ad un controllo più profondo ed efficace. Dal 2015, infatti, il contribuente può autocertificare sole le informazioni già in possesso del Fisco, mentre quelle note, come il reddito, saranno comunicate all’Inps direttamente dall’Anagrafe Tributaria. Cambiano, anche le regole di compilazione della DSU, dichiarazione unica sostitutiva, documento che contiene le informazioni di carattere anagrafico, reddituale e patrimoniale che definiscono la situazione economica del nucleo familiare per la richiesta di prestazioni sociali agevolate.
 
La DSU 2015 si compone di due parti: un modello base, in cui il dichiarante deve indicare le informazioni sul nucleo alla data di presentazione della domanda ed i dati relativi alla casa di abitazione; e fogli allegati, specifici, in cui ciascun componente del nucleo familiare deve riportare dati anagrafici, posizione che riveste nel nucleo, attività lavorativa, reddito e patrimonio. La dichiarazione potrà essere presentata all’Inps, ai Comuni, ai Caf o inoltrata direttamente all’ente erogatore della prestazione.

Nella nuova Dsu dovranno essere riportati tutti i redditi tassati con regimi sostitutivi o a titolo di imposta, da quelli dei contributi minimi, alla cedolare secca sugli affitti, ecc; tutti i redditi esenti, come pensioni di invalidità, assegno sociale, o indennità di accompagnamento; e i redditi figurativi degli immobili non locati e delle attività mobiliari.

Per richiedere il nuovo Isee, i contribuenti dovranno semplicemente recarsi al Caf e compilare la Dsu 2015, che, entro 4 giorni lavorativi, sarà inoltrata in via telematica al sistema informativo dell’Isee gestito dall’Inps. Sempre entro 4 giorni l’Inps stesso procederà al calcolo Isee sulla base di quanto dichiarato nella Dsu e dei controlli incrociati tra gli enti dell’amministrazione finanziaria, Inps, AdE ed Anagrafe dei conti correnti.

ISEE 2016: calcolo e compilazione passo passo. Il modello ISEE è un ottimo strumento per ottenere benefici ed esonerei nei pagamenti per alcuni servizi pubblici come la mensa scolastica, il ticket, autotrasporti, università... ecco come compilarlo e quali documenti presentare per le detrazioni

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il