BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni 2015 INPS donne e uomini anticipata, privati e statali. Calcolo contributi, età, requisiti e regole per singole categorie

I requisiti pensionistici 2015 per pensione di vecchiaia e anzianità richiesti a seconda del comparto lavorativo: cosa prevedono e differenze




Uomini e donne, dipendenti pubblici, privati, militari e del mondo dello spettacolo quest’anno in pensione seguendo le stesse regole pensionistiche dello scorso 2014 fissate dalla riforma pensioni Fornero. I requisiti dell’attuale legge prevedono, per la pensione anticipata, il raggiungimento ei 42 anni e sei mesi di contributi per gli uomini e 41 anni e sei mesi per le donne cui si affiancano i requisiti anagrafici per la pensione di vecchiaia che prevedono per uomini e donne l'uscita a 66 anni e tre mesi, che diventano 63 anni e 9 mesi per le donne dipendenti e 64 anni e 9 mesi per le donne autonome.

Chi ha iniziato a versare i contributi dopo l'anno 1995 può andare in pensione anche con soli 20 anni di contributi e un'età di 63 anni e 3 mesi a patto che riceva un assegno superiore a 2,8 volte l'importo dell'assegno sociale. Passando al pensionamento degli invalidi almeno all'80%, per dipendenti del settore privato l'età da raggiungere è di 60 anni e 3 mesi per uomini e 55 anni e 3 mesi per donne; mentre i dipendenti del comparto difesa e sicurezza, possono andare in pensione se maturano i 40 anni e tre mesi di contributi indipendentemente dall'età anagrafica o con 57 anni e tre mesi di età e 35 anni di contributi.

Gli appartenenti al comparto dello spettacolo, da attori, a musicisti, direttori e maestri d'orchestra, conduttori e lavoratori della moda, per andare in pensione dovranno raggiungere i 60 anni e tre mesi di età per le donne e 64 anni e tre mesi per gli uomini. Agli sportivi professionistici basteranno, invece, 49 anni e tre mesi per le donne e 53 anni e tre mesi per gli uomini.

L’unica novità che riguarda le pensioni anticipate quest’anno è la norma nuova Legge di Stabilità che elimina le penalizzazioni della legge Fornero per chi vuole andare in pensione anticipata prima di aver compiuto i 62 anni di età, fino al 31 dicembre 2017, purchè si sia maturata l’anzianità contributiva richiesta.  
 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il