Pensioni vecchiaia, donne, anzianità riforma Governo Renzi: novità già usate Mini Pensioni,prestito,quota 100 in singole occasioni

Uscita a quota 100, prestito pensionistico, e non solo in discussione per modificare riforma pensioni Fornero ma già in vigore per alcuni. Le novità

Pensioni vecchiaia, donne, anzianità rif


Prestito pensionistico o mini pensione, uscita a quota 100 o con 62 anni di età e 35 di contributi con penalizzazioni, sistema contributivo per tutti per ammorbidire i requisiti della riforma pensioni Fornero, ma anche novità per tutti i lavoratori che potrebbero andare in pensione anticipata con 41 anni di contributi indipendentemente dall’età anagrafica, per cui un lavoratore potrà dunque lasciare il lavoro anche a 60 anni, purchè abbia maturato 41 anni di contributi, ma anche staffetta generazionale che non solo permetterebbe ai lavoratori più anziani di andare in pensione prima, ma, allo stesso tempo, garantirebbe anche nuovo impulso al mercato del lavoro, giacchè si creerebbero nuovi posti di lavoro per i più giovani.

Si tratta di sistemi di uscita anticipata di cui si discute ormai da mesi, in attesa di un’approvazione ufficiale anche se non tutti ne sono favorevoli, a partire dal ministro dell’Economia Padoan, ma che, in alcuni casi, vengono già utilizzati. Per esempio, come si appreso dalle ultime dichiarazioni del consigliere economico di Renzi, Yoram Gutgeld, martedì 30 dicembre 2014 è stato siglato un accordo separato tra la compagnia assicuratrice UnipolSai e le sigle sindacali Cgil, Cisl e Uil.

L’accordo prevede l’uscita forzata dal lavoro di 321 lavoratori messi in esubero, al posto dei quali dovrebbero subentrare  150 neo-assunti con le nuove norme del Jobs Act. Per i lavoratori in esubero dovrebbe entrare in gioco il prestito pensionistico, che permetterebbe la pensione con un anticipo sul valore dell’assegno pensionistico finale che dovrebbe essere poi restituito dal lavoratore una volta maturati i normali requisiti pensionistici richiesti, senza comportare dunque alcuna spesa aggiuntiva da parte di Stato o Inps.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il
Puoi Approfondire