BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Bollo auto 2015: calcolo, deduzioni, detrazioni. Chi e come si paga meno. Regole e differenze, aumenti in diverse regioni

C'è la data del 31 gennaio da segnare sul calendari come ultimo giorno a disposizione per pagare il bollo auto senza incorrere in sanzioni e interessi.




Fra i tanti pagamenti da effettuare entro la fine del mese c'è anche il bollo auto. Per la precisione l'ultimo giorno utile per chi è andato in scadenza a dicembre dello scorso anno è il 31 gennaio 2015. Più in generale si tratta di una imposta da versare entro l'ultimo giorno del mese successivo a quello di scadenza del bollo precedente. Scadenze e modalità possono variare in base alla regione di immatricolazione.

Occorre ricordare due aspetti: da quest'anno in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Lazio, Liguria, Molise, Piemonte, Puglia, Umbria e Provincia autonoma di Trento e Valle d'Aosta sono soggette anche le auto storiche con meno di 30 di vita e la tassa va pagata anche se la macchina è ferma in un garage.

Sul web sono presenti diversi simulatori online con cui effettuare i calcoli a partire dalla targa. Il calcolo va effettuato sulla base della potenza dell'automobile e sul livello di emissioni. Entrambe le informazioni sono presenti sul libretto di circolazione. Fra le calcolatrici più utilizzate ci sono quelle del sito dell'Agenzia delle Entrate, utile per calcolare il bollo sulla base dei kilowatt, dei cavalli fiscali della vettura o appunto in base alla targa, e del portale ACI. Di più: in quest'ultimo caso, ma non per tutti, viene data la possibilità del pagamento online.

Il versamento del bollo auto 2015 può comunque essere effettuato presso le delegazioni ACI, le agenzie di pratiche auto, le banche, gli uffici postali, mediante il servizio Internet Banking, presso i tabaccai convenzionati con Banca ITB, direttamente collegati al Ruolo Regionale e quelli aderenti al polo Lottomatica. Attenzione a non sforare i tempi di pagamento per non incorrere in sanzioni e interessi.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il