BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Imu terreni agricoli 2015: modifiche a calcolo, regole, esenzioni chi deve pagare e ulteriore proroga 26 Gennaio. Si discute

Pagamento Imu sui terreni agricoli in programma per il prossimo 26 gennaio ma entro il 21 si attende decisione del Tar del Lazio. Cosa cambierà?




Si discute ormai da circa due mesi della novità Imu che interessa il pagamento anche sui terreni agricoli, fino a quest’anno sempre stati esenti dal versamento della tassa. La decisione ha scatenato non poche polemiche e malcontenti tanto che il primo pagamento inizialmente previsto per lo scorso 16 dicembre sarebbe stato spostato al 26 gennaio, anche se prima dell’ufficialità del Mef in merito, si attende anche il pronunciamento del Tar del Lazio cu si sono rivolti tutti coloro, tra associazioni e coltivatori, che ritengono ingiusto il pagamento dell’Imu anche sui terreni.

La decisione del Tar dovrebbe arrivare entro il 21 gennaio e nel frattempo Ministero dell’Economia, insieme a Ministero delle Politiche agricole, sono a lavoro per definire criteri e parametri che possano andare bene per tutti, senza necessità che la sentenza del Tar cancelli il pagamento della tassa, lavoro che si è reso necessario proprio perché lo stesso Tar aveva definito i criteri che definivano il pagamento Imu sui terreni agricoli non bene ‘eccezionale e grave pregiudizio per l’assoluta incertezza dei criteri applicativi’

Ad essere rimessa in discussione la divisione in tre fasce di altitudine contenuta nel decreto dello scorso novembre secondo cui gli unici terreni che avrebbero continuato a non pagare l’Imu sarebbero stati solo e soltanto quelli situati in Comuni sopra i 600 metri di altitudine; i terreni situati in Comuni tra i 281 e i 600 metri di altitudine avrebbero goduto di esenzioni parziali valide per i terreni posseduti e coltivati da coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali; mentre per tutti gli altri la tassa avrebbe dovuto essere regolarmente calcolata e pagata, come per gli altri immobili, con bollettino postale o con modello F24.

Considerando che questo criterio di classificazione non ha soddisfatto, probabilmente si cambieranno i parametri di definizione del pagamento, prendendo in considerazione la classificazione Istat dei Comuni definiti montani o parzialmente montani e gli unici terreni totalmente esenti dalla tassa dovrebbero essere quelli agricoli dei Comuni montani. Resta da capire quali saranno gli altri parametri che regoleranno il pagamento Imu anche sui terreni agricoli.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il