BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni 2015: donne e uomini INPS. Calcolo, esempi, requisiti, età, contributi richiesti in generale e casi specifici

Quali sono i requisiti pensionistici per andare in pensione in questo 2015. Prime novità nel 2016 e possibili modifiche da ministro Poletti




Ad appena poche settimane dall’inizio del 2015 e mentre si attendono la decisione della Consulta sul voto sul referendum di abrogazione della riforma pensioni Fornero indetto dalla Lega e l’incontro tra ministro dell’Economia Boeri e Tito Boeri, nuovo presidente dell’Inps, il ministro del Lavoro Poletti si è detto pronto ad aprire ad una revisione dei criteri di innalzamento dei requisiti pensionistici, come richiesto da alcuni esponenti del Pd in un’ultima interrogazione.

Dal primo gennaio 2016, infatti, salgono i requisiti pensionistici di 4 mesi, passando così da 66 anni e tre mesi a 66 anni e sette mesi, ma, secondo gli esponenti del Pd che hanno presentato l’interrogazione, non è possibile aumentare per tutti allo stesso modo i requisiti per accedere alla pensione, considerando che esistono diverse categorie di lavoratori e diversi lavori, per cui l’attività di un operaio non può essere, per esempio, come quella di un insegnante. Tutto, dunque, rimandato al prossimo 2016, mentre quest’anno non cambia nulla per andare in pensione rispetto al 2014.

Per andare in pensione  lavoratori dipendenti e lavoratrici dipendenti settore pubblico e lavoratori autonomi e iscritti alla gestione separata dovranno raggiungere i 66 anni e tre mesi di età, le lavoratrici dipendenti settore privato 63 anni e 9 mesi, e le lavoratrici autonome e gestione separata 64 anni e 9 mesi e, per quanto l’anzianità contributiva, bisognerà raggiungere i 42 anni e sei mesi di contributi per gli uomini e 41 anni e sei mesi per le donne.

Passando ai dipendenti del comparto difesa e sicurezza, possono andare in pensione se maturano i 40 anni e tre mesi di contributi indipendentemente dall'età anagrafica o con 57 anni e tre mesi di età e 35 anni di contributi. Per attori, musicisti, direttori e maestri d'orchestra, conduttori e lavoratori della moda, per andare in pensione basterannoi 60 anni e tre mesi di età per le donne e 64 anni e tre mesi per gli uomini, mentre per gi sportivi professionistici serviranno 49 anni e tre mesi per le donne e 53 anni e tre mesi per gli uomini.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il