BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Bollo auto 2015, e revisione veicoli: novità regole e obblighi Aci e Motorizzazioni. Nuove leggi, differenze e cosa cambia

Il nuovo anno porta con sé nuove norme sul bollo auto e nuovi adempimenti per le officine autorizzate alla revisione delle vetture.




Dal primo gennaio 2015 sono in vigore nuove regole per le auto. La prima è la previsione del pagamento del bollo per le vetture fino a 30 anni di immatricolazione. Sono coinvolte Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Lazio, Liguria, Molise, Piemonte, Puglia, Umbria e Provincia autonoma di Trento e Valle d'Aosta. Si ricorda poi, come abbiamo visto in questo articolo, che il versamento va effettuato entro il 31 gennaio per chi è andato in scadenza a dicembre dello scorso anno. Per conoscere l'importo è possibile affidarsi a uno dei tanti simulatori online presenti sul web, fra cui quello del portale dell'Aci o del sito dell'Agenzia delle Entrate.

Il 2015 è poi l'anno della revisione per chi l'ha effettuato nel 2013 e nel 2011, da effettuare in una officina abilitata o direttamente alla Motorizzazione civile. Questo è comunque l'anno dell'introduzione del nuovo protocollo MCTCNet2 di cui dovranno dotarsi i centri di revisione. Si tratta del sistema dotato di codici antifalsificazione e di un dispositivo di acquisizione dell'immagine del veicolo sottoposto a prova, con cui la motorizzazione può verificare in tempo praticamente reale la correttezza delle procedure svolte con apparecchiature in regola con le verifiche periodiche.

E sono già in vigore le nuove regole sull'aggiornamento della carta di circolazione che prevedono l'obbligo di far coincidere l'intestazione di un mezzo in dotazione da più di 30 giorni con il suo reale proprietario. La spesa per il proprietario dell'automobile è i 25 euro ovvero 16 euro di imposta di bollo e 9 euro di diritti di motorizzazione. Non sono interessanti i membri della stessa famiglia, ma lo sono i veicoli aziendali in fringe benefit, le società di autonoleggio, le pubbliche amministrazioni, le flotte aziendali, l'immatricolazione di veicoli con targa Polizia locale.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il