BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Iscrizione scuola 2016-2017: oggi compilazione sito web Miur online. Domanda e risposte su istruzioni, problemi, aiuti, assistenza

Come funziona la procedura di iscrizione online a scuola, chi può effettuarla, per chi non vale e tempi. Tutto ciò che c’è da sapere per non sbagliare




Sono aperte dal 22 gennaio, le registrazioni sul sito dl Miur per permettere alle famiglie italiane l’iscrizione online dei propri figli a scuola. Ma come funziona il nuovo sistema telematico e per chi vale. Di seguito cercheremo di rispondere ad ogni domanda e fugare ogni dubbio sulla procedura da seguire.  

Quando si possono effettuare le iscrizioni online per il prossimo anno scolastico?

Le iscrizioni online si possono effettuare a partire da venerdì 22 gennaio e fino al 22 febbraio 2016.

Per chi valgono le iscrizioni per la scuola online?

Le iscrizioni online valgono per coloro che vogliono iscrivere i propri figli alle classi prime delle scuole primarie, secondarie e ai corsi di istruzione e formazione professionale presso i Centri di formazione professionali regionali.

Per quali alunni in particolare vale l’iscrizione online?

Considerando che ancora ci sono dubbi circa i tempi di iscrizioni alle scuola chiariamo allora che si iscrivono alla classe prima della scuola primaria i bambini che compiono sei anni di età entro il 31 dicembre 2016; possono essere iscritti anticipatamente i bambini che compiono sei anni di età dopo il 31 dicembre 2016 ma entro il 30 aprile 2017. Per quanto riguarda la prima media, dovranno essere iscritti tutti i bambini che hanno ottenuto la licenza di scuola elementare; mentre gli studenti che nel corrente anno scolastico raggiungeranno la licenza di terza media, dovranno, per completare il percorso scolastico obbligatorio fino ai 16 anni, essere iscritti alla classe prima di un istituto di istruzione secondaria di secondo grado, o ad un percorso di istruzione e formazione professionale. Possono presentare l’iscrizione online anche i genitori di alunni con cittadinanza non italiana sprovvisti di codice fiscale.

Per chi non vale la procedura di iscrizione online?

Le iscrizioni online non valgono per le Scuole dell’infanzia, le scuole in lingua slovena, le scuole delle province di Aosta, Trento e Bolzano, i percorsi di istruzione degli adulti, per cui bisognerà continuare ad iscriversi tramite compilazione del modello cartaceo.

Quanti figli si possono iscrivere a scuola tramite procedura online?

Accedendo al servizio Iscrizioni online, si possono inoltrare una domanda per alunno o più domande per alunni diversi, come nel caso di fratelli che iniziano contemporaneamente un nuovo ciclo di studi.

La novità riguarda le scuole paritarie?

Per quanto riguarda le scuole paritarie, la procedura di iscrizione online vale solo per quelle che hanno aderito all’iniziativa.

Quante scuole si possono indicare al momento dell’Iscrizione online?

I genitori potranno scegliere una sola scuola, e possono indicare solo altre due alternative.

Come funziona la procedura di Iscrizione online per chi è già registrato?

Chi ha già effettuato la registrazione in passato non può usare le vecchie credenziali. Deve dunque richiederne di nuovo ed effettuare nuovamente la procedura. Chi incontrasse difficoltà nella procedura portrà rivolgersi alle segreterie degli istituti scolastici che aiuteranno le famiglie ad effettuare le iscrizioni dei propri figli nelle scuole scelte.

Come si effettua la procedura?

Per le iscrizioni online per la scuola, il genitore deve innanzitutto registrarsi tramite sito del Miur, www.iscrizioni.istruzione.it, e quindi seguire le operazioni che saranno indicate. Per la registrazione sul sito del Miur, bisogna compilare il modulo di registrazione inserendo i dati nei campi richiesti, come il codice fiscale e un indirizzo email valido dove saranno inviate tutte le comunicazioni ufficiali. Dopo aver fornito le proprie generalità, si riceverà appunto una email, che contiene le credenziali per accedere all’iscrizione vera e propria e il link del Miur su cui cliccare per poter confermare l’iscrizione.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il