BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Isee 2015: redditi, conti correnti, casa e proprietà come parametri per calcolo e compilazione

Aumenta la complessità dell'Isee, che a partire dal 2015, si avvicinerà, dal punto di vista operativo ad una dichiarazione dei redditi, con l'aumento delle detrazioni fruibili. Ecco i dettagli.




Isee 2015, quali redditi dichiarare

A partire dall'Isee 2015, oltre ai redditi che formano la base imponibile Irpef, il nucleo familare dovrà indicare anche i redditi soggetti ad altre imposte, come ad esempio i redditi da lavoro autonomo sotto il regime dei minimi e i redditi da canone di locazione tassati con la cedolare secca, i redditi esenti ed eventuali assegni percepiti per il mantenimento dei figli (solo la parte effettivamente percepita e non quella stabilita dalla sentenza di separazione o divorzio).
Dal totale dei redditi percepito dall'intero nucleo familiare viene detratto il 20% del reddito da lavoro dipendente percepito (per un importo non eccedente i 3.000 euro) e del reddito da pensione (per un importo non eccedente i 1.000 euro), nonchè le spese sostenute dai conduttori di immobili adibiti ad abitazione principale, fino ad un massimo di 7.000 euro, elevato di 500 euro per ogni figlio, a partire dal terzo.

Isee 2015, come dichiarare il patrimonio immobiliare

Nella dichiarazione devono essere dichiarati tutti i fabbricati, le aree fabbricabili e i terreni, indicando il valore utilizzato come base imponibile IMU al 31 dicembre 2014. Per tutte le tipologie di immobili o terreni, il valore da dichiarare, nel caso in cui sia in corso un contratto di mutuo, è quello che eccede il debito con la banca. Il valore dell'abitazione principale deve essere ulteriormente decurtato di 52.500 euro, valore che viene aumentato di 2.500 euro per ogni figlio, a partire dal terzo.

Isee 2015, come dichiarare il patrimonio mobiliare

A partire dal 2015 il valore della consistenza mobiliare da dichiarare non sarà più automaticamente il valore al 31 dicembre dell'anno precedente ma quello più basso tra questo e la giacenza media del patrimonio mobiliare, il cui calcolo consiste in una media ponderata, particolarmente difficile da ottenere con esattezza nel caso in cui il conto corrente sia stato notevolmente movimentato. Nel caso in cui il saldo finale sia più basso a causa di acquisti immobiliari è possibile considerare tale valore. Dal totale dell'ammontare mobiliare dell'intero nucleo familiare viene detratta una franchigia di 6.000 euro, che nei nuclei familiari composti da almeno 2 persone viene aumentata di 2.500 per ogni persona diversa dal dichiarante.

Isee 2015, detrazioni per disabili

I redditi da lavoro dipendente vengono abbattuti in maniera maggiore nel caso in cui all'interno del nucleo familiare siano presenti disabili (l'importo della detrazione varia tra i 4.000 euro del disabile medio ai 9.500 euro della persona non autosufficiente minore).
É possibile la detrazione di determinate spese legate alla disabilità, fino ad un importo massimo di 5.000 euro e i soggetti non autosufficienti potranno detrarre le spese sostenute per l'assistenza personale o per il ricovero presso strutture, senza alcun limite d'importo.

ISEE 2016: calcolo e compilazione passo passo. Il modello ISEE è un ottimo strumento per ottenere benefici ed esonerei nei pagamenti per alcuni servizi pubblici come la mensa scolastica, il ticket, autotrasporti, università... ecco come compilarlo e quali documenti presentare per le detrazioni

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il