BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni anzianità, usuranti, donne riforma Governo Renzi: novità più fattibili dopo ultimi eventi tra proposte prestito,quota 100

Uscita anticipata con quota 100 o prestito pensionistico le ipotesi di pensione anticipata più probabili: in cosa consistono e come funzionano




Dopo le novità e ultime notizie di questi giorni e dopo la proroga del verdetto della Corte Costituzionale sul referendum abrogativo presentato dalla Lega per cancellare la riforma pensioni Fornero, tornano allo studio del governo per una riforma pensioni Renzi, quei sistemi di uscita anticipata di cui si è tanto discusso negli ultimi mesi e tra le cui ipotesi di più probabile approvazione ci sono quelle di uscita a quota 100 e di prestito pensionistico, o minimi pensione. La proposta di uscita a quota 100, presentata da Cesare Damiano, dopo quella di uscita a 62 anni di età con 35 anni di contributi e penalizzazioni o incentivi a seconda che si decida di andare in pensione prima o dopo i 66 anni oggi richiesti per l’uscita, deriverebbe dal risultato della somma di età anagrafica e anzianità contributiva.

Questo sistema permetterebbe, dunque, di andare in pensione a 60 anni di età e 40 di contributi, o a 65 anni di età e 35 di contributi, o a 61 anni di età e 39 anni di contributi, e così via, purchè si raggiunga un minimo di 60 anni di età e 35 di contributi. Altra ipotesi particolarmente accreditata quella del prestito pensionistico, che permetterebbe al lavoratore di andare in pensione due o tre anni prima rispetto ai 66 oggi richiesti dalla legga Fornero, con un anticipo sulla pensione finale che dovrebbe essere di circa 700 euro.

Si tratta, tuttavia, di una somma anticipata che dovrà essere poi restituita dal lavoratore, una volta maturata la normale pensione, con piccole trattenute mensili di qualche decina di euro. Si tratta di una buona proposta perché non tocca età e contributi né richiede risorse aggiuntive visto che anticipa solo una somma, cioè quella della pensione, che comunque verrebbe erogata al termine dell’attività lavorativa.

I migliori Prestiti personali senza busta paga e finanziamenti DICEMBRE 2016. In questo articolo proponiamo i migliori finanziamenti senza bisogno di presentare la busta paga e senza garanzie, ma anche prestiti personali, finanziamenti per attività e liberi professionisti con bassi tassi d'interesse.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il